SCIAMI METEORICI

COSA SONO GLI SCIAMI METEORICI?

Gli Sciami Meteorici sono generati solitamente dai residui lasciati da comete lungo la loro orbita e che impattano la Terra lungo il suo percorso annuale.

Quelli con dimensione molto piccola, inferiori al centimetro, quando impattano con l’atmosfera vaporizzano ad un’altezza compresa tra 90 e 120 km, lasciando dietro una piccola scia luminosa.

Dimensioni superiori (comprese tra 1 cm e 50 cm) danno luogo ai bolidi, oggetti molto brillanti che lasciano una scia persistente in cielo e talvolta anche un rumore prolungato di tuono.

I corpi più grossi sono generalmente d’origine asteroidale e raggiungono gli strati più bassi della atmosfera e talvolta raggiungono il suolo ove, se individuati per tempo, possono essere recuperati e prendono il nome di meteoriti.

Dal punto di vista osservativo, sono importanti i cosiddetti sciami meteorici, formati dal materiale residuo di comete transitate in passato e che, impattando con l’atmosfera terrestre, determinano una pioggia più o meno consistente di meteore o bolidi, che offrono in determinati periodi uno spettacolo molto suggestivo.

LISTA SCIAMI METEORICI

http://it.wikipedia.org/wiki/Lista_di_sciami_meteorici 

GEMINIDI

Le Geminidi sono uno sciame meteorico molto attivo nel mese di dicembre.

Devono il loro nome al fatto che sembrano provenire da una zona interna alla costellazione dei Gemelli, nei pressi di una delle due stelle gemelle, Castore .

Queste meteore sono frammenti emessi da un oggetto denominato Phaeton 3200, che attualmente è un asteroide, ma si pensa che sia il nucleo di una cometa ormai spenta.

Nel 2011 il massimo si è  stato nella notte tra il 13 e il 14 dicembre.

LEONIDI

Le Leonidi sono uno sciame meteorico molto attivo nel mese di novembre.

Devono il loro nome al fatto che sembrano provenire da una zona interna alla costellazione del Leone.

Queste meteore sono frammenti emessi dalla cometa Temple-Tuttle nel corso dei suoi passaggi in prossimità del Sole, passaggi che si ripetono ogni 33 anni.

Quando la Terra, nel mese di novembre, attraversa l’orbita della cometa, i frammenti, a contatto con l’atmosfera, si surriscaldano dando vita allo spettacolare fenomeno.

Nel 2011 il massimo è stato (in Italia) nella notte tra il 17 ed il 18 novembre, ma il massimo è stato di scarso rilievo sia per la presenza della Luna e sia perchè la Terra transita in una zona lontana dalla coda della cometa.

PERSEIDI

Lo sciame delle Perseidi (anche conosciuto come Lacrime di San Lorenzo), raggiunge il suo culmine intorno al 12-13 agosto.

Il nome deriva dalla costellazione di Perseo, la zona di cielo da dove sembrano provenire le meteore.

Questo sciame è formato dai detriti lasciati dalla cometa Swift-Tuttle.

QUADRANTIDI

Le Quadrantidi sono uno sciame meteorico visibile nel mese di Gennaio, tra l’1 ed il 5.

Le meteore s’irradiano da un’area vicina alla costellazione di Boote; il loro nome deriva da quello del Quadrante Murale, un’obsoleta costellazione che oggi fa parte di Boote.

Il corpo progenitore delle Quadrantidi è stato recentemente identificato in modo provvisorio come l’asteroide 196256 (2003 EH1),che a sua volta potrebbe essere la cometa C/1490 Y1, osservata dagli astronomi cinesi, giapponesi e coreani 500 anni fa.