2013-2014 – DIARIO DEL SEMINARIO DI ASTRONOMIA PER CIECHI ED IPOVEDENTI

Il Seminario Residenziale di Astronomia per Ciechi ed Ipovedenti è stato svolto a Latina dal 21 al 26 luglio 2014 nella Sala Multimediale del Palazzo della Cultura, concessa dal Sindaco della città On. Avv. Giovanni Di Giorgi a cui vanno i ringraziamenti dei partecipanti e degli organizzatori.

La presentazione del Seminario alla città ed alla stampa è stata fatta il giorno 15 luglio 2014.

Andrea illustra il programma del seminario 
Foto – Andrea illustra il programma del seminario

Era presente l’Ass.re alla Pubblica Istruzione Marilena Sovrani che si è complimentata con gli organizzatori ed ha auspicato analoghe iniziative anche a favore di altre disabilità.

La sera del giorno 21 sono arrivati gli 8 partecipanti con 5 accompagnatori.

Luogo dell’incontro e del soggiorno: Hotel Tirreno, sulla spiaggia di Latina.

Martedì 22 luglio 2014

Partenza dall’albergo alle ore 08.30 precise.

Alla guida del pullmino la bravissima Anna Zago, coadiuvata dalle impeccabili Elisa e Patrizia.

Alle 08.50 già tutti in aula.

Il Seminario inizia con il saluto del Presidente dell’Associazione Pontina di Astronomia Domenico D’Amato.

Il Presidente dell'Associazione Pontina di Astronomia da il benvenuto ai partecipanti al seminario
Foto – Il Presidente dell’Associazione Pontina di Astronomia da il benvenuto ai partecipanti al seminario 

Subito dopo Andrea illustra il programma della giornata e si porta sul tavolo un plastico che rappresenta l’orbita della Terra. 
Orbita della Terra
Foto – Orbita della Terra

Tutti osservano la forma, la posizione non centrale del Sole, la posizione della Terra nei quattro punti notevoli (2 solstizi e 2 equinozi) e soprattutto l’asse della Terra.
Vitaly e Rossana osservano le quattro piccole Terre tutte con l'asse inclinato
Foto – Vitaly e Rossana  osservano le quattro piccole Terre tutte con l’asse inclinato

Fatta la conoscenza dell’orbita della Terra viene presentato il pannello con le dimensioni – in scala – dei corpi del sistema solare.
Le dimensioni, in scala, dei corpi del Sistema Solare.
Foto – Le dimensioni, in scala, dei corpi del Sistema Solare.

Alle 10:15 pausa caffè con la prima di tante graditissime torte preparate dal nostro Francesco.

Mappamondo Braille con tutti i continenti e le isole in rilievo e con i 5 paralleli più importanti e alcuni meridiani anche in rilievo.
Andrea con Stefano, Ornella, Raffaella e Salvo per capire bene il mappamondo con paralleli, meridiani ed inclinazione dell'asse
Foto – Andrea con Stefano, Ornella, Raffaella e Salvo per capire bene il mappamondo con paralleli, meridiani ed inclinazione dell’asse

Per la comprensione delle conseguenze più immediate dell’inclinazione dei raggi solari nell’atmosfera terrestre sono stati presentati due piccoli strumenti con un raggio del sole
I raggi del sole e l'atmosfera
Foto – I raggi del sole e l’atmosfera
Raggi paralleli dal Sole
Foto – Raggi paralleli dal Sole
Francesco con il raggio di Sole inclinabile nell'atmosfera curva spiega a Rossana, Vitaly, Alessandro e Roberto (in piedi) il perché del caldo e del freddo sulla Terra
Foto – Francesco con il raggio di Sole inclinabile nell’atmosfera curva spiega a Rossana, Vitaly, Alessandro e Roberto (in piedi) il perché del caldo e del freddo sulla Terra

Alle 12:30 stop. Tutti a pranzo presso stabilimento balneare dell’Aeronautica Militare di Latina.

Dopo pranzo, intorno alle ore 15:00 visita al Centro Radar della Difesa Aerea di Borgo Piave.

Abbiamo potuto osservare con tutta calma ed in ogni dettaglio uno spettacolare caccia intercettore supersonico F-104 (bisonico) con i due missili Sidewinder (disarmati) ancora attaccati alle due estremità della ali.
Tutti intorno all'F-104, Caccia Intercettore dell'Aeronautica Militare osservato in ogni particolare
Foto – Tutti intorno all’F-104, Caccia Intercettore dell’Aeronautica Militare osservato in ogni particolare

Abbiamo avuto la possibilità di mettere le mani sul vecchio radar TPS-1E mentre Andrea ci spiegava il funzionamento.

Un grazie al Generale Pietro Iodice per averci regalato questa interessante opportunità.

Il dopo cena ci ha visti al centro della città di Latina con con Claudio Marinelli ottimo Cicerone.
Arrivo in Piazza del Popolo a Latina. Sullo sfondo il Palazzo Comunale
Foto – Arrivo  in Piazza del Popolo a Latina. Sullo sfondo il Palazzo Comunale

Al termine della prima giornata, tutti stanchi ma contenti. Si ritorna in albergo dove la notte si dorme accompagnati dalla voce del mare perché l’Hotel Tirreno è proprio sulla spiaggia.

Mercoledì 23 luglio 2014

La seconda giornata inizia con Andrea che introduce il Rotogeo.

Uno strumento dove la Terra viene fatta girare intorno al sole con una mano mentre con l’altra mano si osserva il suo asse che mantiene sempre la stessa inclinazione e la stessa direzione causando, in questo modo, le tanto preziose stagioni.
La Terra con i raggi del sole che si possono toccare
Foto – La Terra con i raggi del sole che si possono toccare
Salvo una mano sul Sole ed una sulla Terra per seguire il succedersi delle stagioni
Foto – Salvo una mano sul Sole ed una sulla Terra per seguire il succedersi delle stagioni

Si vedono i raggi del Sole che investono la Terra in modo diverso a seconda della sua posizione sull’orbita.
Alessandro, Raffaella, Ornella e Rossana con le mani osservano i raggi del Sole sulla Terra al solstizio d'inverno
Foto – Alessandro, Raffaella, Ornella e Rossana con le mani osservano i raggi del Sole sulla Terra al solstizio d’inverno

Si pranza presso il vicino ristorante “Break Time”.

Nel pomeriggio una bella gita a Nettuno dove ci aspettava una mostra di splendidi oggetti d’arte tutti battuti e forgiati a mano dall’artista Mario Righini.
L'artista Mario Righini parla ad Ornella delle sue opere ma lei sembra dire ...ma dài che non è tutta roba tua...
Foto – L’artista Mario Righini parla ad Ornella delle sue opere ma lei sembra dire  …ma dai che non è tutta roba tua…
Roberto inizia ad osservare l'aquila cominciando dalla testa mentre Salvo inizia dagli artigli
Foto – Roberto inizia ad osservare l’aquila cominciando dalla testa mentre Salvo inizia dagli artigli
Vitaly osserva i due pattinatori stilizzati e Stefano osserva il portiere su un campo di calcio
Foto – Vitaly osserva i due pattinatori stilizzati e Stefano osserva il portiere su un campo di calcio

E’ doveroso un ringraziamento all’artista ed al Comune di Nettuno che ha concesso una location di tutto riguardo: il vecchio ed affascinante Forte Sangallo.

La cena è stata molto allegra ad Anzio insieme ad altri amici di Latina tra cui l’organizzatore della logistica Alessandro Fantin con la giovane moglie Stefania.

Giovedì 24 luglio 2014

Nella prima parte della mattinata è stato presentato uno strumento molto versatile: l’Orizzonte Variabile con cui si possono rappresentare ed osservare tutti i movimenti e le situazioni del sole osservati dall’uomo sulla Terra, a qualunque latitudine dall’equatore fino al polo nord, in qualunque ora del giorno e della notte, in qualunque giorno dell’anno.

Ed anche tutti i punti dell’orizzonte dove nasce e tramonta il sole e la sua altezza in cielo. 
Rossana e Salvo se fossero al polo nord dove vedrebbero la stella polare
Foto – Rossana e Salvo se fossero al polo nord dove vedrebbero la stella polare
Anche Raffaella vede la stella polare sulla testa di chi sta al polo nord
Foto – Anche Raffaella vede la stella polare sulla testa di chi sta al polo nord
Salvo spiega a Roberto ciò che ha appena capito
Foto – Salvo spiega  a Roberto ciò  che ha appena capito
 Ecco come si vede la stella polare dall'equatore terrestre
Foto –  Ecco come si vede la stella polare dall’equatore terrestre
Rossana e Roberto osservano con attenzione come tramonta e sorge il Sole alla nostra latitudine
Foto –  Rossana e Roberto osservano con attenzione come tramonta e sorge il Sole alla nostra latitudine
Vitaly sorride soddisfatto mentre genera i sei mesi di luce al polo nord
Foto – Vitaly sorride soddisfatto mentre genera i sei mesi di luce al polo nord
Salvo non molla la presa sull'orizzonte variabile e continua a spiegarlo a Roberto mentre gli altri tengono Andrea sotto scacco..
Foto – Salvo non molla la presa sull’orizzonte variabile e continua a spiegarlo a Roberto mentre gli altri tengono Andrea sotto scacco..

Come ogni giorno, la pausa caffè è il momento più….dolce!  
Francesco prepara il dolce
Foto – Francesco prepara il dolce

Francesco ci delizia con le sue creazioni!

Nella seconda parte della lezione si parla di buchi neri. A spiegarne la misteriosa natura è la nostra socia astrofisica Dott.ssa Paola Dimauro (foto 3.22).
La nostra astrofisica Dr.ssa Paola Dimauro risponde alle domande e ci spiega cosa sono i Buchi Neri
Foto – La nostra astrofisica Dr.ssa Paola Dimauro risponde alle domande e ci spiega cosa sono i Buchi Neri

Pranzo presso la mensa Ufficiali della Scuola di Volo Basico dell’Aeroporto Militare di Latina e visita alle strutture dell’aeroporto con briefing del Comandante Colonnello Pilota Salvatore Romeo che ringraziamo per la squisita accoglienza e per l’interessante e dettagliata testimonianza sulle emozioni del volo supersonico.

Grazie Comandante Romeo!

Dopo il briefing c’è stata la presentazione con osservazione diretta e dettagliata del motore dell’aereo-scuola SF-260.
Rossana abbraccia sorridente il motore e Gabriele controlla l'interno di ogni pistone
Foto – Rossana abbraccia sorridente il motore e Gabriele controlla l’interno di ogni pistone
Alessandro tenta di smontare qualche pezzo dell'SF-260 Foto – Alessandro tenta di smontare qualche pezzo  dell’SF-260

A seguire, visita alla sala equipaggiamenti dove il il Maresciallo responsabile ha permesso a tutti gli ospiti che lo desideravano, di indossare il casco, il paracadute ed il giubbotto di salvataggio.
Salvo in un attimo indossa il paracadute mentre il nostro accompagnatore militare, il Luogotenente Pezone risponde alle domande di Rossana
Foto – Salvo in un attimo indossa il paracadute mentre il nostro accompagnatore militare, il Luogotenente Pezone risponde alle domande di Rossana
Dopo il paracadute, Salvo indossa anche il casco e tira giù la visiera è pronto al decollo...
Foto – Dopo il paracadute, Salvo indossa anche il casco e tira giù la visiera è pronto al decollo…

Vitaly prova, divertito, il casco da pilota
Foto – Vitaly prova, divertito, il casco  da pilota
Il sogno è finito. Gli stemmi sulla maglietta di Roberto sono la prova d'amore per l'Aeronautica e per la 46° Aerobrigata di Pisa
Foto – Il sogno è finito. Gli stemmi sulla maglietta di Roberto sono la prova  d’amore per l’Aeronautica e per la  46° Aerobrigata di Pisa
Anche Ornella prova il casco con gridolini di gioia
Foto – Anche Ornella prova il casco con gridolini di gioia

Ovviamente, foto-ricordo per tutti.

Ha chiuso la visita una dettagliata osservazione dell’aereo-scuola SF-260 in esposizione di fronte all’hangar
Questo aereo non è mai stato accarezzato con tanta curiosità e tanto affetto
Foto – Questo aereo non è mai stato accarezzato con tanta curiosità e tanto affetto

e la foto di gruppo.
Foto di gruppo prima di lasciare il 70° Stormo di Latina
Foto – Foto di gruppo prima di lasciare il 70° Stormo di Latina

La sera, cena presso l’Agriturismo Prato di Coppola che è anche la sede dove teniamo i nostri corsi di astronomia di Latina.

Dopo cena tutti sul prato al buio sotto il cielo stellato con Andrea che ci parlava delle costellazioni più evidenti ed importanti cominciando da quelle più facili da indicare perché si trovano – in questo periodo – proprio sulla nostra verticale: il triangolo estivo con il Cigno, l’Aquila e la Lira con le tre stelle più luminose, rispettivamente: Deneb, Altair e Vega.

Telescopi per gli accompagnatori per osservare Saturno, Marte ecc…

Venerdì 25 luglio 2014

Arriva sul tavolo la sfera celeste con le sue enormi potenzialità didattiche.
la sfera celeste con la Terra
Foto – La sfera celeste con la Terra
La sfera celeste con l'orizzonte dell'osservatore
Foto – La sfera celeste con l’orizzonte dell’osservatore

E’ stata realizzata da Andrea per rispondere concretamente a tutte le domande in cui si fa riferimento ai movimenti contemporanei della Terra, del Sole e della Luna.

Eccone solo alcune:
Come e perché si vede ruotare la volta celeste?
Perché la stella Polare è l’unica che non si muove?
Raffaella fa girare con una mano la sfera celeste tenendo un dito dell'altra mano sulla stella polare e vede che è l'unica stella che non gira
Foto – Raffaella  fa girare con una mano la sfera celeste tenendo un dito dell’altra mano sulla stella polare e vede che è l’unica stella che non gira

Dove si trova l’equatore celeste?
Dove sta l’eclittica?
Come sono situati l’uno rispetto all’altra?
Qual è la forma delle 13 costellazioni dello Zodiaco?
Dove si trova lo Zodiaco? ecc. ecc.

La sfera celeste è stata spiegata da Andrea singolarmente ad ogni partecipante in tre passi diversi e precisamente:
1- la sfera celeste vuota che ognuno poteva ruotare e osservarla entrando con le mani al suo interno.
Stefano osserva la stella polare che sta ferma mentre tutta la volta celeste gira
Foto – Stefano osserva la stella polare che sta ferma mentre tutta la volta celeste gira
Alessandro fa la conoscenza della volta celeste e della stella polare
Foto – Alessandro fa la conoscenza della volta celeste e della stella polare

2 – la sfera celeste con una piccola Terra ruotante (con motorino e batteria interni)
Rossana, Raffaella e Stefano osservano la piccola terra ruotante prima di metterla al centro della sfera celeste
Foto – Rossana, Raffaella e Stefano  osservano la piccola terra ruotante prima di metterla al centro della sfera celeste

per far capire che la sfera celeste “sembra” ruotare ma in effetti il firmamento è… firmus, fermo, è la Terra che ruota, ma in senso contrario.
Raffaella sorride mentre esegue l'esperienza della Terra che ruota al centro della sfera celeste
Foto – Raffaella sorride mentre esegue l’esperienza della Terra che ruota al centro della sfera celeste

3 – la sfera celeste con al centro un grande orizzonte a rappresentare l’orizzonte di ogni persona sulla Terra. Mettendo il Sole e la Luna sull’eclittica abbiamo accennato alla Luna Piena e la Luna Nuova.

A questo punto è arrivata la “dolce” pausa caffè con le prelibatezze di Francesco.
Francesco e Andrea Junior preparano la pausa caffè
Foto – Francesco e Andrea Junior preparano la pausa caffè

Il dopo-caffè è tutto incentrato sulle 13 costellazioni dello Zodiaco.

Tutta l’attenzione va alla 13° che è il Serpentario o Ofiuco.

Viene consegnata a tutti una lista delle 13 costellazioni con i tempi in cui il Sole si trova in queste costellazioni, tutto in Braille.
Amelia porta le stampe in Braille delle 13 costellazioni con le relative date
Foto – Amelia porta le stampe in Braille delle 13 costellazioni con le relative date

Ore 13:00 Pranzo al Break Time e riposo pomeridiano.

Alle ore 17:00 visita a Piana delle Orme, un parco-museo all’aperto che è uno dei più grandi d’Europa nel suo genere.
La storia inizia con la Palude Pontina...
Foto – La storia inizia con la Palude Pontina…
Stefano fa partire i carrelli della miniera
Foto – Stefano fa partire i carrelli della miniera
Tutti in cantina!
Foto – Tutti in cantina!
Il precorso tra i mezzi militari che veramente hanno fatto la guerra
Foto – Il precorso tra i mezzi militari che veramente hanno fatto la guerra
Il Carro armato di La vita è bella
Foto – Il Carro armato di La vita è bella

Ore 21.00 cena presso un locale caratteristico e poi a letto.

Sabato 26 luglio 2014

Come tutti i giorni, le tre accompagnatrici Anna, Patrizia ed Elisa puntuali, all’orario previsto fanno entrare i partecipanti in aula.

Stanno per andare via ma vengono fermate da un mazzo di fiori che tutti – tramite Raffaella –
Applausi di tutti i presenti per questo elegante gesto di Raffaella a nome dei partecipanti
Foto – Applausi di tutti i presenti per questo elegante gesto di Raffaella a nome dei partecipanti

regalano alle tre brave assistenti insieme con una busta a segno di un profondo sentimento di amicizia che si è instaurato fra tutti noi in questi giorni.

Sul tavolo arriva la Luna.
   
Andrea spiega il perché dei mari solo sul versante della Terra e solo crateri sul versante opposto.

Un mappamondo lunare esaminato con calma.

Spiegazioni sui luoghi dei vari allunaggi delle missioni Apollo e russe.
Mentre Ornella passa in rassegna l'oceano ed i Mari della Luna Salvo esamina il funzionamento della manopola che regge il tutto
Foto – Mentre Ornella passa in rassegna  l’oceano ed i Mari della Luna Salvo esamina il funzionamento della manopola che regge il tutto

Intanto Francesco prepara i piattini per la pausa caffè.
Francesco che prepara i piattini per il dolce. Tanti piattini perché il dolce non è solo uno...
Foto – Francesco che prepara i piattini per il dolce. Tanti piattini perché il dolce non è solo uno…

Anche la Luna fa il giro completo fra partecipanti accompagnati dalle spiegazioni di Andrea.
Roberto, assorto, con la Luna fra le mani sogna di camminare, leggero, nel Mare della Serenità
Foto – Roberto, assorto, con la Luna fra le mani sogna di camminare, leggero, nel Mare della Serenità
Anche Rossana resta affascinata dalla Luna, tanti minutissimi crateri, pochissimi mari e neanche una goccia d'acqua
Foto – Anche Rossana resta affascinata dalla Luna, tanti minutissimi crateri, pochissimi mari e neanche una goccia d’acqua 

Durante la pausa caffè di nuovo un gesto inatteso e denso di significati che ci ripagano di ogni sacrificio messo in atto per questo seminario: Raffaella, a nome di tutti i partecipanti consegna ad Andrea
Pausa caffè. Raffaella consegna ad Andrea una busta con una donazione -da parte di tutti- verso la nostra Associazione
Foto – Pausa caffè. Raffaella consegna ad Andrea una busta con una donazione  -da parte di tutti- verso la nostra Associazione

una busta con un pensierino per l’Associazione Pontina di Astronomia a dimostrazione del grande apprezzamento per ciò che è stato realizzato per i non vedenti da questa Associazione.

Il presidente D’Amato ringrazia (foto 5.14) tutti i partecipanti.
Domenico, il presidente, ringrazia per questo piccolo gesto assai denso di significati
Foto – Domenico, il presidente, ringrazia per questo piccolo gesto assai denso di significati

   Si spende l’ultima parte della lezione per consegnare il Girosole da regalare a casa a qualche nipotino o amico vedenti per far conoscere anche a loro le 13 costellazioni dello Zodiaco.
A tutti viene consegnato il Girosole per bambini ed adulti vedenti. E' un modellino delle 13 costellazioni dello Zodiaco con i giorni in cui il Sole transita da una costellazione alla seguente
Foto – A tutti viene consegnato il Girosole per bambini ed adulti  vedenti. E’ un modellino  delle 13 costellazioni dello Zodiaco con i giorni in cui il Sole transita da una costellazione  alla seguente

Segue la sobria cerimonia per la consegna degli attestati scritti con colori e con caratteri Braille.

Quindi foto di gruppo con partecipanti, accompagnatori (mancano Anna,Patrizia ed Elisa ) e tutti gli operatori dell’Associazione pontina di Astronomia che con la loro partecipazione hanno reso possibile questo Seminario, primo fra tutti Daniele Dimauro il quale, coadiuvato dalla sorella Paola, ha prodotto e curato tutte le foto che abbiamo potuto mostrare ed i filmati che, a breve, metteremo a disposizione di quanti li vorranno.
Prima della conclusione una foto di gruppo tutti insieme
Foto – Prima della conclusione una foto di gruppo tutti insieme

Pranzo al Break Time alle ore 13.00.
Francesco stappa lo spumante per il brindisi ed un applauso proprio a tutti
Foto – Francesco stappa lo spumante per il brindisi ed un applauso proprio a tutti
Francesco brinda con Vitaly. Ci uniamo tutti al Cin...cin... Auguri Vitaly....ti vogliamo bene!
Foto – Francesco brinda con Vitaly. Ci uniamo tutti al Cin…cin…   Auguri Vitaly….ti vogliamo bene!

Prima di chiudere questo breve racconto, il nostro pensiero va ai nostri partners che insieme a noi hanno creduto in questa esperienza.

Queste foto eloquenti siano per loro motivo di gioia e di soddisfazione per aver contribuito a dare ai frequentatori del Seminario una opportunità in più per la realizzazione di un sogno che era ritenuto da molti – a torto – un sogno impossibile.

Le 4 stagioni di Roberto Sarchielli

Roberto Sarchielli

 

Roberto Sarchielli è cieco totale da quando aveva 11 anni.

Nativo di Cortona (AR), ha coltivato fin da subito la passione per gli aerei e l’Arma Azzurra: prima collezionando foto ed immagini poi soltanto i modellini.

Non ha mai smesso di documentarsi sui progressi del volo e dei velivoli militari di cui possiede una cultura considerevole.

Qui in un momento della visita effettuata all’aeroporto militare di Latina insieme ai frequentatori del Seminario di Astronomia per ciechi ed ipovedenti (Latina 2014).

L’emozione di indossare il casco da pilota ed il paracadute è stato un momento davvero indimenticabile sia per lui che per gli accompagnatori.
   
Gli stemmi che sfoggia con grande orgoglio sulla maglietta sono quelli del Centro Addestramento Equipaggi e della 46a Brigata Aerea di Pisa.
   
Chissà che un giorno non possa realizzare anche il sogno di fare un volo nel famoso C130?

Modello quattro stagioni
   La Terra con l’asse inclinato sempre nella stessa direzione  e con la giusta inclinazione giustifica la diversa insolazione della Terra e quindi le stagioni  magnificamente rappresentate da questa bellissima creazione  di Roberto Sarchielli.

Un grazie agli Sponsor:

Logo Edil Papa
EdilPapa
www.papacostruzioni.it

Logo Studio dentistico Laureti

STUDIO DENTISTICO LAURETI s.r.l.
Via Polusca, 19 – LATINA

Logo Mauro Acustica ed Ottica

MAURO s.r.l.
Acustica & Ottica
Via Isonzo, 61 – LATINA

Logo azienda Agrilatina

AGRILATINA
Via Litoranea, 8128 (località Fogliano) – Latina

Logo Belectric impianti fotovoltaici

BELECTRIC
Impianti Fotovoltaici
Traversa di Via Codacchio, Sermoneta – Latina

Logo Cantina Ganci

CANTINA GANCI
Via Isonzo Km 5,300 – Latina