2019 – CORSO DI ASTRONOMIA PER CIECHI ED IPOVEDENTI CON ECLISSI PARZIALE DI LUNA

Latina 14-17 luglio 2019

Presso Scuola IC G. Cena – Latina

IL PROGETTO

Eccoci arrivati alla 10° edizione del corso residenziale di astronomia per ciechi ed ipovedenti organizzato a Latina dall’Associazione Pontina di Astronomia – Latina-Anzio-Nettuno.

Anche in questo 2019 vogliamo condividere l’importante evento astronomico che caratterizzerà l’estate insieme agli amici ciechi ed ipovedenti che saranno con noi qui a Latina.

Un’altra eclissi di Luna, non totale come quella del 2018, ma altrettanto affascinante da seguire, che ci regalerà nuove emozioni la sera del 16 Luglio 2019.

Come l’anno scorso, organizzeremo un grande evento realmente inclusivo, condividendo le emozioni di un’eclissi di Luna, tutti su uno stesso prato: esperti astronomi, appassionati e curiosi di ogni tipo, coppiette romantiche, famiglie con bambini e nonni …

Un evento reso accessibile anche a persone con disabilità visiva, grazie agli strumenti tiflo-didattici presenti e a persone con disabilità motoria che grazie ad alcuni speciali telescopi potranno osservare il fenomeno astronomico stando comodamente seduti in carrozzina.

Durante la serata si alterneranno al microfono esperti soci della nostra Associazione per rendere unico l’evento, raccontando e spiegando il fenomeno astronomico e il cielo sopra di noi, alternando momenti di approfondimenti scientifici, storiografici a musica, poesia e miti del cielo.

Un evento appagante sia per gli animi più scientifici che per quelli umanistici a prescindere dall’efficienza degli occhi, delle orecchie o dalla capacità di correre i cento metri in 10 o 1000 secondi.

Un’eclissi di Luna è comunque un fenomeno celeste apparentemente complesso.

È la Luna che ogni tanto, per qualche motivo, si infila nell’ombra della Terra e quindi sparisce, totalmente o parzialmente, dal nostro cielo diventando di un rosso sempre più cupo, per poi riapparire splendente come sempre ad eclissi finita.

Ma chi è che decide quando far avvenire un’eclissi? Perché non le vediamo più spesso? Da dove viene quel colore rosso, molto cupo che ricorda a molti il colore del sangue?

Le domande su questo fenomeno hanno da sempre affascinato l’uomo sin dall’epoca degli antichi greci e ancor prima i babilonesi!

Cercheremo quindi, nella stessa mattina del 16 Luglio, di fornire tutte le risposte e le spiegazioni necessarie per seguire con la maggior conoscenza e partecipazione possibili, questo evento celeste.

Una serie di strumenti astronomici tattili realizzati dal Magg.  Andrea Miccoli, socio fondatore dell’APA, permetteranno di analizzare a fondo questo fenomeno.

Strumenti, più o meno grandi, più o meno complessi, alcuni in 4 dimensioni, con i movimenti necessari per seguire il fenomeno in evoluzione nel tempo.

Strumenti in ogni caso unici nel loro genere, poiché autocostruiti, e che in questi anni hanno ricevuto grandi apprezzamenti non solo dai partecipanti delle scorse edizioni, ma anche dagli esperti tiflologi dell’Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti.

Per avere qualche esempio di ciò che viene fatto in questi giorni, qui di seguito trovate i link ad alcuni interessanti video:
– Video corso del 2018: https://www.youtube.com/watch?v=hwuvSAtAbYM
– Video servizio RAI: https://www.youtube.com/watch?v=Xgu44lR30A8&t=28s

Come sempre vogliamo che la visita a Latina sia non solo un momento di approfondimento scientifico ma anche una piacevole vacanza.

Per questo motivo abbiamo organizzato 3 giorni di attività, con le mattine impegnate a parlare di stelle, e i pomeriggi dedicati al relax e/o visite presso i luoghi di maggior interesse del nostro bel territorio.

L’albergo scelto, data la stagione, si trova non “vicino” al mare, ma proprio sulla spiaggia.

Il numero di partecipanti al corso di astronomia è limitato ad 8 persone disabili della vista.

Programma del Corso:

Domenica 14/07
Arrivo in serata alla stazione ferroviaria di Latina o presso Hotel Tirreno (Latina, via Lungomare N° 4174).
Ore 20.30 – Cena.

Lunedì 15/07
Ore 08.30 – Partenza con pulmino dall’albergo (durata percorso circa 10’).
Ore 09.15 – Inizio lezioni. Le dimensioni, le masse, le orbite e le distanze dei pianeti. L’orbita della Terra intorno al Sole.
Ore 10.45 – Intervallo caffè
Ore 11.00-12.30 – Il Sole nelle mani: come si muove sopra e sotto il nostro orizzonte, di giorno e di notte, al variare delle stagioni, in ogni punto della Terra: come, dove, quando, quanto e perché varia la durata del giorno e della notte.
Ore 13.00 – Pranzo con visita dell’aeroporto militare di latina.
Ore 16.30(circa) – Rientro in albergo
Ore 20.30 – Cena

Martedì 16/07
Ore 08.30 – Partenza con pulmino dall’albergo.
Ore 09.15 – Inizio lezioni: conoscere la Luna: caratteristiche dinamiche e fisiche; le eclissi, le fasi, il moto sincrono. Dimensioni e distanza del sistema Terra-Luna in scala.
Ore 10.45 – Intervallo caffè
Ore 11.00-12.30 – Conoscenza ed esercitazioni con gli strumenti per l’osservazione guidata dell’eclissi parziale di Luna che sarà seguita nella notte con gli stessi strumenti e con gli stessi assistenti didatti.
Ore 13.00 – Pranzo e ritorno in albergo.
Ore 19.30 – Cena
Ore 20.30 – Inizio della serata sul prato con l’eclissi parziale di Luna.

Mercoledì 17/07
Ore 0915 – Inizio lezioni. Osservazione della volta celeste e sua rotazione. L’eclittica, l’equatore celeste, lo zodiaco. La stella Polare.
Ore 10.15 – Intervallo caffè
Ore 10.30-12.30 – Conferenza del Prof. Paolo Saraceno su: “I buchi neri e le onde gravitazionali”. A seguire, domande e risposte su argomenti di astronomia, astrofisica, cosmologia, geologia, biologia, chimica e fisica del pianeta Terra. (“ll caso Terra” di Paolo Saraceno, Libro Parlato-Feltre).

Ore 12.30 – Chiusura del corso. Consegna degli attestati e foto di gruppo.
ORE 13.00 – Pranzo. Saluti e partenze.

PARTECIPAZIONE E COSTI

La quota di partecipazione al corso è di € 400.00.
Questa somma comprende i servizi di seguito indicati che sono disponibili per tutti i partecipanti in gruppo, dalla domenica sera 14/07 (arrivo) fino a mercoledì 17/07 (dopo pranzo, partenza):

a) partecipazione attiva alle lezioni pratiche e teoriche,
b) pranzi e cene ovunque vengano consumati, secondo il programma della giornata.
c) trasporto negli spostamenti, inclusi l’arrivo e la partenza dalla stazione ferroviaria di Latina o dalla stazione autolinee.
d) servizio di accompagnamento in gruppo.
e) ingressi a visite ed escursioni guidate.
f) sistemazione dei partecipanti nello stesso albergo in camera doppia con prima colazione + ombrellone, due sdraio e servizio spiaggia. Supplemento per camera singola €15.00. Qualche possibilità di (piccolo) supplemento per cane guida.
L’albergo è situato su due piani, senza ascensore. Le camere assegnate ai partecipanti saranno, possibilmente, tutte al primo piano.

Il non fruire di alcuni di questi servizi non dà diritto a rimborsi o sconti.

Eventuali accompagnatori possono far parte del gruppo ed usufruire degli stessi servizi logistici versando la stessa quota dei partecipanti frequentatori. Possono partecipare a tutte le lezioni come uditori.
L’albergo ospitante è l’ Hotel Tirreno Via Lungomare, 4174 – 04100 LATINA LIDO (LT) Tel. 0773 273402.

DOMANDA DI ADESIONE E QUESTIONARIO – ISTRUZIONI

La possibilità di partecipare al Corso di Astronomia prevede la compilazione della “Domanda di Adesione” e del “Questionario” che si aprono cliccando sul seguente link:
https://forms.gle/MRJWfGVVZWN2JQ8H7
Compilarli in ogni parte, firmarli e cliccare su “INVIA”.
Per qualunque informazione potete telefonare o scrivere ad Andrea Miccoli: andmicco@libero.it
(cell. 347 5775180) oppure ad Alessandro Fantin: a.fantin@fastwebnet.it (cell.345 1722028).
Il termine di scadenza per la compilazione delle domande e del questionario è martedì 7 maggio 2019.
Dopo tale data, ai partecipanti saranno comunicate le istruzioni per l’invio dell’anticipo di €100.00 mediante bonifico.
Alessandro Fantin (Cell.3451722028) contatterà telefonicamente ogni partecipante per conoscere le varie esigenze ed assicurare ad ognuno la migliore sistemazione possibile.

IMMAGINI DI ALCUNI STRUMENTI DIDATTICI CHE SARANNO IMPIEGATI DURANTE IL CORSO.

Fig.1- Il Mappamondo Braille

Fig.1- Il Mappamondo Braille

Fig.1- Il Mappamondo Braille

Uno sguardo alla Terra per conoscere le linee dei Tropici, dell’Equatore, dei circoli polari, del cambiamento di data, ed altro ancora. Tutto in rilievo e con le scritte in Braille.

Fig.2- Orbita-Braille

Fig.2 – Orbita-Braille

La rappresentazione del percorso della Terra intorno al Sole (orbita).
Conoscere la linea dei nodi, la linea degli àpsidi,
I Solstizi, gli Equinozi, l’Afèlio ed il Perièlio.

Fig.3 - Dimensioni -in scala- dei corpi del Sistema Solare

Fig.3 – Dimensioni -in scala- dei corpi del Sistema Solare

Con una mano sul Sole e l’altra su ciascuno degli otto pianeti si confrontano le insignificanti dimensioni di tutti i corpi del Sistema Solare rispetto al Sole.

Fig. 4- Distanze -in scala- del Sistema Solare

Fig. 4- Distanze -in scala- del Sistema Solare

Tutti i pianeti del Sistema Solare alla giusta distanza tra loro e dal Sole su una fune lunga 4,5 metri, dove ogni centimetro rappresenta nella realtà 10 milioni di km.

Fig. 5 - Masse -in scala- dei pianeti del Sistema Solare

Fig. 5 – Masse -in scala- dei pianeti del Sistema Solare

Il più piccolo (Mercurio) pesante un grammo, il più pesante (Giove) 5.700 Gr.

Fig. 6-Dimensioni e distanza -in scala- di Terra e Luna (“9 nodi e mezzo”)

Fig. 6-Dimensioni e distanza -in scala- di Terra e Luna (“9 nodi e mezzo”)

Terra e Luna legate da un filo di circa 2 metri dove ci sono 9 nodi (e mezzo), dove ogni nodo sta ad indicare una distanza pari alla circonferenza della Terra. Le dimensioni della Terra, della Luna e la loro distanza sono in scala.

Fig. 7- Raggi del Sole in atmosfera

Fig. 7- Raggi del Sole in atmosfera

Perché il Sole scalda di più quando è alto sull’orizzonte è spiegato da questo strumento.

Fig 8- Il Rotogeo grande

Fig 8- Il Rotogeo grande

Fig 8- Il Rotogeo grande

Questo strumento riproduce l’intero percorso della Terra intorno al Sole nelle tre dimensioni ed anche con la quarta che è il tempo. Il tutto avviene fra le mani del partecipante che accompagna la Terra passo passo lungo tutta l’orbita osservando come ogni stagione dipende dal fatto che l’asse terrestre –sempre parallelo a sé stesso- cambia continuamente direzione rispetto al Sole ma non cambia direzione né inclinazione rispetto alla Stella Polare durante tutto l’anno. Durante gli anni.

Fig. 10-Eliogiro (Orizzonte variabile)

Fig. 10-Eliogiro (Orizzonte variabile)

Con questo strumento si rappresenta il cielo e l’orizzonte terrestre di qualunque luogo della Terra. In qualunque ora e giorno dell’anno. Perché le giornate in estate sono più lunghe delle giornate invernali? Che cosa è il “Sole di mezzanotte”? Queste e tante altre simili curiosità trovano risposte con questo strumento.

Fig. 11- I fusi orari e la linea del cambiamento di data.I 24 fusi orari della Terra in rilievo

Il meridiano di Greenwich ed il funzionamento della linea del cambiamento di data.

Fig. 12- Sfera Celeste Rotante

Fig. 12- Sfera Celeste Rotante

Una sfera trasparente di 40 cm di diametro che ruota lentamente. La parte inferiore della sfera è mancante per permettere all’osservatore di poter entrare con le mani ed osservare la volta celeste. L’interno è tempestato di stelle, le costellazioni più importanti, le 13 costellazioni dello Zodiaco, l’eclittica e l’equatore celeste, tutto riprodotto fedelmente ed in rilievo ed anche con colori differenti per gli ipovedenti ed i vedenti. È l’unico strumento che permette di capire immediatamente e con facilità -a vedenti e non vedenti- perché la Stella Polare è l’unica stella del cielo che non si muove.

Fig. 13- Le costellazioni

Fig. 13- Le costellazioni

Fig. 13- Le costellazioni

Fig. 13- Le costellazioni

Che cosa è una costellazione? Che cosa è lo Zodiaco? Perché le costellazioni dello Zodiaco sono 13? Qual è la tredicesima? Da quando? Qual è la differenza fra segni e costellazioni? Perché?
Tutte e 13 le costellazioni dello Zodiaco insieme ad altre importanti costellazioni del cielo, riprodotte in rilievo e colorate, su 21 tavolette di legno formato A4.
Al termine del corso ogni partecipante riceverà in regalo una tavoletta con la dedica e la costellazione preferita.

– Una costellazione nelle 3 dimensioni.

Ecco a voi una costellazione presentata nelle sue 3 dimensioni, cioè:
1- La forma come la vediamo dalla Terra

Fig. 14 - Una costellazione nelle 3 dimensioni

Fig. 14 – Una costellazione nelle 3 dimensioni

Fig. 14 - Una costellazione nelle 3 dimensioni

Fig. 14 – Una costellazione nelle 3 dimensioni

Fig. 14 - Una costellazione nelle 3 dimensioni

Fig. 14 – Una costellazione nelle 3 dimensioniEcco a voi una costellazione presentata nelle sue 3 dimensioni, cioè:

1- La forma come la vediamo dalla Terra
2- La forma come si potrebbe vedere di lato
3- La forma come si potrebbe vedere dall’alto della Galassia (o dal basso).

Per gli ipovedenti, tutte le stelle (nelle 2 e nelle 3 dimensioni, 15 stelle in tutto) hanno luce propria alimentate da batteria.

Fig 15 - La Luna

Fig 15 – La Luna

Due grandi mappamondi lunari per osservare le scabrosità della superficie lunare. Altro che “liscia come palla di biliardo” come pensavano gli antichi. “Mari, laghi, golfi, oceano, ecc.
Perché stanno solo nell’emisfero rivolto verso la Terra?
Dove sono avvenuti gli “allunaggi” degli astronauti?

Fig. 16 - Eclissi di Sole e di Luna

Fig. 16 – Eclissi di Sole e di Luna

Spiegazioni dell’Eclissi di sole e soprattutto quella di Luna del 16 luglio 2019.

Fig. 17 - Il Sole e il cono d’ombra della Terra

Fig. 17 – Il Sole e il cono d’ombra della Terra

Il Sole, i raggi del Sole, la Terra, l’ombra della
Terra: tutto nelle proprie mani.
Nella realtà l’ombra della Terra è lunga circa
1 milione e mezzo di km ed i raggi del Sole
150 milioni di km.

Fig. 18 - Osservare l’interno di un normale telescopio astronomico

Fig. 18 – Osservare l’interno di un normale telescopio astronomico

Un telescopio rifrattore (tipo galileiano) aperto in 2 parti nel senso della lunghezza per conoscerlo internamente.

2018 – INCONTRI DI ASTRONOMIA CON SORDOCIECHI – LUGLIO – CENTRO SANT’ALESSIO – ROMA

Roma    4 luglio 2018

Centro Sant’Alessio

Progetto

l’Associazione Pontina di Astronomia terrà degli incontri di astronomia dedicati agli utenti del centro diurno per sordociechi, del Centro Regionale Sant’Alessio di Roma, gestito dalla Dott.ssa Angelina Pimpinella.

A questi incontri parteciperanno sette persone sordocieche.

Sede degli incontri: Centro Sant’Alessio – Roma
Info: Andrea Miccoli cell. 347 5775180  andmiccoli@libero.it

2018 – WEEKEND RESIDENZIALE DI ASTRONOMIA PER CIECHI ED IPOVEDENTI CON ECLISSI TOTALE DI LUNA

Latina 26-29 luglio 2018

Presso Scuola IC G. Cena – Latina

Video ricordo dell’incontro:

L’appuntamento di quest’anno (2018) con i disabili visivi si svolgerà all’insegna di un evento astronomico di grandissima portata a livello mondiale e locale.

Si tratta dell’eclissi totale di Luna che avverrà la notte di venerdì 27 luglio, un evento astronomico di eccezionale durata (103 minuti) che comincerà al tramonto del Sole e terminerà poco dopo la mezzanotte.

Che cosa è una eclissi totale di Luna?

È un fenomeno non proprio raro, ma per vederne un altro di così lunga durata e così comodo da osservare bisognerà attendere almeno fino al 5 ottobre del 2275.

In che cosa consiste questo fenomeno?

È la Luna Piena che da bianchissima e splendente nel cielo buio della notte, lentamente comincia a scurirsi entrando nell’ombra della Terra, finché scompare del tutto per circa un’ora e mezza. Poi, lentamente comincia a ricomparire e ritorna a splendere di nuovo come splende sempre nelle notti di Luna Piena. A quel punto il fenomeno è terminato.

Che forma ha l’ombra della Terra? Quanto è grande? Dove sta? Si può vedere? Dove entra la Luna? In quale direzione? Che cosa è l’ombra?

Per rispondere a queste e a molte altre domande sulla Luna sarà dedicata l’intera lezione di venerdì mattina con molti strumenti appositamente ideati e realizzati dal Magg. © Andrea Miccoli vicepresidente dell’Associazione Pontina di Astronomia. In particolare, uno di questi (denominato “In umbra Terrae”) sarà spiegato e regalato a tutti i partecipanti.

Con questo strumento fra le mani i non vedenti potranno seguire in diretta ogni fase del fenomeno dalla voce del presentatore della serata.

L’eclissi di Luna verrà seguita insieme al numeroso pubblico di vedenti che verrà ad osservare il raro evento astronomico sul prato dell’Azienda Agricola Ganci, a pochi passi dal mare.

Durante lo svolgersi dell’evento sarà data dettagliata descrizione di ciò che avviene in cielo, si parlerà principalmente della Luna e delle eclissi sotto ogni aspetto ma anche delle costellazioni estive e zodiacali presenti nel cielo quella sera, eccone alcune: Cigno, Lira, Aquila, Pègaso, le 2 Orse, Leone, Vergine, Bilancia, Scorpione, Ofiuco, Sagittario, Capricorno, Acquario.

A rendere ancora più interessante la serata ci saranno anche i pianeti Marte, Giove, Saturno, Urano, Nettuno ed il più brillante di tutti: Venere.

Il numero dei non vedenti ed ipovedenti partecipanti ai 3 giorni del Weekend Astronomico sarà limitato ad 8-10 persone per esigenze proprie della tiflodidattica. Inoltre, saranno fatti due gruppi e le lezioni saranno svolte in aule separate.

Ringraziamo il Preside dell’IC Cena di Latina per la gentile ospitalità.

Questo il programma delle 3 giornate:

  • Giovedì 26/07
    arrivo in serata alla stazione ferroviaria di Latina o presso Hotel Tirreno (Latina, via Lungomare N° 4174).
    Ore 20.30 Cena.
  • Venerdì 27/07
    Ore 08.30 Partenza con pulmino dall’albergo.
    Ore 09.15 Inizio lezioni: conoscere la Luna: caratteristiche dinamiche e fisiche; moto sincrono; fasi; eclissi di Sole e di Luna. Distanza Terra-Luna con dimensioni in scala.
    Ore 10.45 Intervallo caffè
    Ore 11.00-12.30 Spiegazione e consegna dello strumento “In umbra Terrae” con cui sarà seguita l’eclissi della sera. Distanza e dimensioni di Terra e Luna in scala con lo strumentino “9 nodi e mezzo”.
    Ore 13.00 Pranzo e ritorno in albergo.
    Ore 20.30 Cena ed inizio serata con l’eclissi totale di Luna.
  • Sabato 28/07
    Ore 09.15 Inizio lezioni. I pianeti nelle mani, tutti secondo le giuste proporzioni: distanze, dimensioni, masse, orbite.
    Ore 10.45 Intervallo caffè
    Ore 11.00-12.30 Il Sole nelle mani: come si muove sopra e sotto il nostro orizzonte, durante le stagioni, in ogni punto della Terra, come e perché varia la durata del giorno e della notte.
    Ore 13.00 Pranzo e ritorno in albergo.
    Ore 18.30 Uscita in città con guida turistica.
    Ore 20.30 Cena e ritorno in albergo.
  • Domenica 29/07
    Ore 0915 Inizio lezioni. Il movimento delle stelle e la Stella Polare osservate nella sfera celeste rotante
    Ore 10.45 Intervallo caffè
    Ore 11.00 – 12.30 Le 13 costellazioni dello Zodiaco formato A4 in rilievo e con colori vivaci. La costellazione di Cassiopea sarà osservata nelle 3 dimensioni per capire cosa è realmente una costellazione.
    Inoltre: sarà offerto all’osservazione dei partecipanti un normale telescopio astronomico aperto in due parti nel senso della lunghezza.
    A fine lezioni, consegna attestati e foto di gruppo
    Ore 13.00 Pranzo e partenze.

PARTECIPAZIONE

La partecipazione è riservata ai soci dell’Associazione.
La quota associativa (E. 35.00) può essere pagata in contanti all’arrivo a Latina sia dai partecipanti che dagli accompagnatori i quali partecipano a tutte le attività previste dal programma ma partecipano alle lezioni come uditori.

L’albergo ospitante è l’HOTEL TIRRENO che si trova proprio sulla spiaggia di Latina.
Telefono: 0773 273402 www.hoteltirrenolatina.it.

DOMANDA DI ADESIONE E QUESTIONARIO – ISTRUZIONI

La possibilità di partecipare al Weekend di Astronomia prevede l’invio della “DOMANDA  ADESIONE QUESTIONARIO.

Compilarli in ogni parte, firmarli ed inviarli ad Andrea Miccoli: andmicco@libero.it (cell. 347 5775180).
Il termine di scadenza per l‘invio delle domande è fissato per lunedì 7 maggio 2018.

Il responsabile dell’assistenza logistica ed alberghiera: Alessandro Fantin (Cell.3451722028).

Alessandro Fantin contatterà in anticipo, telefonicamente, ogni partecipante per conoscere le varie esigenze ed assicurare ad ognuno la migliore sistemazione possibile.

IMMAGINI DI ALCUNI STRUMENTI DIDATTICI

Il Mappamondo Braille

Il Mappamondo Braille

Uno sguardo alla Terra per conoscere le linee dei Tropici, dell’Equatore, dei circoli polari, del cambiamento di data, ed altro ancora. Tutto in rilievo e con le scritte in Braille.

Orbita-Braille

Orbita-Braille

La rappresentazione del percorso della Terra intorno al Sole (orbita).
Conoscere la linea dei nodi, la linea degli àpsidi,
I Solstizi, gli Equinozi, l’Afèlio ed il Perièlio.

Con una mano sul Sole e l’altra sugli otto pianeti si confrontano le insignificanti dimensioni di tutti i corpi del Sistema Solare rispetto al Sole.

Distanze -in scala- del Sistema Solare.

Distanze -in scala- del Sistema Solare.

Tutti i pianeti del Sistema Solare alla giusta distanza tra loro e dal Sole su una fune lunga 4,5 metri, dove ogni centimetro rappresenta nella realtà 10 milioni di km.

Masse in scala dei pianeti del sistema solare

Masse in scala dei pianeti del sistema solare

Il più piccolo (Mercurio) pesante un grammo, il più pesante (Giove) 5.700 Gr.

Orbite -in scala- dei pianeti

Orbite -in scala- dei pianeti

Le orbite di tutti i pianeti a confronto. Le prime 4, dei pianeti terrestri, in pochissimi centimetri, poi la fascia degli asteroidi e quindi le 4 orbite dei giganti gassosi con l’orbita di Nettuno di 60 cm di diametro.

Dimensioni e distanza -in scala- di Terra e Luna (“9 nodi e mezzo”)

Dimensioni e distanza -in scala- di Terra e Luna (“9 nodi e mezzo”)

Terra e Luna legate da un filo di circa 2 metri dove ci sono 9 nodi (e mezzo), dove ogni nodo sta ad indicare una distanza pari alla circonferenza della Terra. Le dimensioni della Terra, della Luna e della loro distanza sono in scala.

Raggi del Sole in atmosfera

Raggi del Sole in atmosferaPerché il Sole scalda di più quando è alto sull’orizzonte è spiegato da questo strumento.

Il Rotogeo grande

Il Rotogeo grande

 

Questo strumento riproduce l’intero percorso della Terra intorno al Sole nelle tre dimensioni ed anche con la quarta che è il tempo. Il tutto avviene fra le mani del partecipante che accompagna la Terra passo passo lungo tutta l’orbita osservando come ogni stagione dipende dal fatto che l’asse terrestre –sempre parallelo a sé stesso- cambia continuamente direzione rispetto al Sole ma non cambia direzione né inclinazione rispetto alla Stella Polare durante tutto l’anno. Durante gli anni.

 

Il Rotogeo piccolo

Il Rotogeo piccolo

Eliogiro (Orizzonte variabile)

Eliogiro (Orizzonte variabile)

 

Con questo strumento si rappresenta il cielo e l’orizzonte terrestre di qualunque luogo della Terra. In qualunque ora e giorno dell’anno. Perché le giornate in estate sono più lunghe delle giornate invernali? Che cosa è il “Sole di mezzanotte”? Queste e tante altre simili curiosità trovano risposte con questo strumento.

I fusi orari e la linea del cambiamento di data.

I fusi orari e la linea del cambiamento di data.

Il meridiano di Greenwich ed il funzionamento della linea del cambiamento di data.

Sfera Celeste Rotante

Sfera Celeste Rotante

Una sfera trasparente di 40 cm di diametro che ruota lentamente. La parte inferiore della sfera è mancante per permettere all’osservatore di poter entrare con le mani ed osservare la volta celeste. L’interno è tempestato di stelle, le costellazioni più importanti, le 13 costellazioni dello Zodiaco, l’eclittica e l’equatore celeste, tutto riprodotto fedelmente ed in rilievo ed anche con colori differenti per gli ipovedenti ed i vedenti. È l’unico strumento che permette di capire immediatamente e con facilità -a vedenti e non vedenti- perché la Stella Polare è l’unica stella del cielo che non si muove.

– Le costellazioni

Che cosa è una costellazione? Che cosa è lo Zodiaco? Perché le costellazioni dello Zodiaco sono 13? Qual è la tredicesima? Da quando? Qual è la differenza fra segni e costellazioni? Perché?
Tutte e 13 le costellazioni dello Zodiaco insieme ad altre importanti costellazioni del cielo, riprodotte in rilievo e colorate, su 21 tavolette di legno formato A4.

– Una costellazione nelle 3 dimensioni.

Ecco a voi una costellazione presentata nelle sue 3 dimensioni, cioè:

1- La forma come la vediamo dalla Terra

1- La forma come la vediamo dalla Terra

 2- La forma come si potrebbe vedere di lato


2- La forma come si potrebbe vedere di lato

3- La forma come si potrebbe vedere dall’alto della Galassia (o dal basso).

3- La forma come si potrebbe vedere dall’alto della Galassia (o dal basso).

Tutte le stelle hanno luce propria alimentate da batteria.

La Luna

La Luna

Due grandi mappamondi lunari per osservare le scabrosità della superficie lunare.
Altro che “liscia come palla di biliardo” come pensavano gli antichi.
“Mari, laghi, golfi, oceano, ecc.
Perché stanno solo nell’emisfero rivolto verso la Terra?
Dove sono avvenuti gli “allunaggi” degli astronauti?

Eclissi di Sole e di Luna

Eclissi di Sole e di Luna

Spiegazioni dell’Eclissi di sole e soprattutto quella di Luna del 27 luglio 2018.

Il Sole e il cono d’ombra della Terra

Il Sole e il cono d’ombra della Terra

Il Sole, i raggi del Sole, la Terra, l’ombra della Terra: tutto nelle proprie mani.
Nella realtà l’ombra della Terra è lunga circa 1 milione e mezzo di km ed
i raggi del Sole 150 milioni di km, (in questo strumento un po’ …. meno :)).

Osservare l’interno di un normale telescopio astronomico

Osservare l’interno di un normale telescopio astronomico

Un telescopio rifrattore (tipo galileiano) aperto in 2 parti nel senso della lunghezza per una esplorazione tattile del suo interno.

2018 – INCONTRI DI ASTRONOMIA CON SORDOCIECHI – CENTRO SANT’ALESSIO – ROMA

Roma    31 gennaio e 7 febbraio 2018

Centro Sant’Alessio

Progetto

l’Associazione Pontina di Astronomia terrà degli incontri di astronomia dedicati agli utenti del centro diurno per sordociechi, del Centro Regionale Sant’Alessio di Roma, gestito dalla Dott.ssa Angelina Pimpinella.

A questi incontri parteciperanno sette persone sordocieche.  

Sede degli incontri: Centro Sant’Alessio – Roma
Info: Andrea Miccoli cell. 347 5775180  andmiccoli@libero.it

2009-2010 – CORSO ASTRONOMIA ELEMENTARE PER NON VEDENTI E IPOVEDENTI – Latina

UNIONE ITALIANA CIECHI DI LATINA

(UIC – Latina)

Anno Didattico  2009-2010

PROGETTO

Perché privare i non vedenti e gli ipovedenti di godere del fascino dell’Astronomia?

Intorno a questa idea Andrea Miccoli ha sviluppato il metodo e gli strumenti per effettuare un corso di astronomia elementare adatto a persone che “vedono” solo con le dita.

Il progetto si è concretizzato con il primo corso sperimentale:

Rotogeo per ciechi

 WATCH THE EARTH

Sono aperte le iscrizioni.

L’I.Ri.fo.R. Provinciale in collaborazione con l’Associazione Pontina di Astronomia – Latina-Anzio-Nettuno, ha organizzato un corso di Astronomia per non vedenti ed ipovedenti.

Il corso è gratuito e riservato ad un massimo di 8 partecipanti. 

Si articola in 6 incontri di circa 2 ore ciascuno. 

Calendario del Corso:

Lez 1 – Venerdì 22 gennaio 2010 ore 16:00

Lez 2 –     ”      29  gennaio   ”     ”       “

Lez 3 –     ”      12 febbraio    ”     ”       “

Lez 4 –     ”      19 febbraio    ”     ”       ” – Le 4 stagioni osservate con il rotogeo costruito appositamente per i ciechi. Uno per volta, tutti i partecipanti “accompagneranno” con le mani la Terra intorno al Sole notando come l’asse di rotazione rimane sempre parallelo a se stesso causando, con ciò, le quattro stagioni e come variano gradualmente le condizioni verso la stagione successiva. Ci sarà un solo raggio (del Sole) per avere più spazio per le mani. Questo unico raggio (metallico ed estensibile) si può sposare su tutta la Terra da nord a sud e da est a ovest ma rimanendo sempre parallelo a se stesso, proprio come se fosse uno dei tanti raggi paralleli che arrivano dal Sole alla terra. Potrà diventare più lungo o più corto a seconda se deve arrivare fra i tropici oppure nei due Circoli Polari per la comprensione del fenomeno del “Sole a mezzanotte”. 

Lez 5 –      ”      5 marzo        ”     ”       “

Lez 6 –      ”     12   ”             ”     ”       “

Il corso si svolge presso la Sede Provinciale UIC di Latina – via Ufente, 1.

Al termine verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

Si ricorda a tutti gli interessati che il numero dei partecipanti al corso in atto non può essere ulteriormente aumentato.

Le richieste di partecipazione vanno indirizzate alla UIC di Latina e varranno come prenotazioni per il corso successivo.

uiclt@uiciechi.it

Tutti gli interessati, possono inoltrare la domanda attraverso la compilazione di un apposito modulo scaricabile da

http://www.uiclatina.it/I.Ri.Fo.R.%20Prossimi%20corsi%20in%20

Le domande devono pervenire:

– a mezzo posta elettronica all’indirizzo  uiclt@uiciechi.it ,

– a mezzo fax al numero 0773/410225,
– a mezzo posta ordinaria all’indirizzo I.Ri.Fo.R. Sezione di Latina Via Ufente 2 04100 Latina,
– o consegnate a mano presso lo stesso ufficio, negli orari di apertura al pubblico.

Per informazioni (I.Ri.fo.R.) contattare la Sig.ra Lucia Merola al numero 333-8527477.

Docente APA-lan: Andrea Miccoli cell: 347 5775180 andmicco@libero.it 

IL CORSO

Il corso, ideato e sviluppato da Andrea Miccoli, Vicepresidente del’Associazione Pontina di Astronomia – Latina-Anzio-Nettuno (APA-lan) ed approvato dall’Istituto di Ricerca per la Formazione e la Riabilitazione della Provincia di Latina (I.Ri.Fo.R), è adatto per un massimo di 8 partecipanti.

Il primo corso sperimentale si svolge nei locali dell’ UIC (Unione Italiana Ciechi) di Latina e è articolato in 6 incontri pomeridiani, con cadenza settimanale, della durata di circa due ore ciascuno, secondo il calendario (indicativo) suindicato.

L’oggetto di questi primi incontri, come dice il titolo, è l’Astronomia legata al Pianeta Terra: dalla nascita come pianeta del sistema solare alla conoscenza di tutti gli elementi del mappamondo, necessari per la comprensione dei fenomeni astronomici terrestri: il moto diurno, l’inclinazione dell’asse di rotazione, il moto annuo, le stagioni, l’orbita con i suoi punti notevoli,
il movimento di Precessione, la Polare, l’equatore celeste, l’eclittica ecc…

Le spiegazioni orali sono integrate con strumenti ideati e costruiti allo scopo, onde permettere la comprensione degli elementi astronomici di cui si sta parlando.

Gli strumenti didattici costruiti sono così concepiti:

MAPPAMONDO

MAPPAMONDO di 25 cm di diametro con tutti gli elementi in rilievo: i bordi di tutti i continenti, le penisole, le isole, i due Tropici (differenti tra loro al tatto) e così pure i due Circoli Polari, l’Equatore, la Linea del Cambio di Data, il Meridiano Fondamentale di Greenwich ed alcuni meridiani minori, tutta la fascia della latitudine dell’Italia dal Brennero a Lampedusa è stata
evidenziata per tutti i 360° del globo terraqueo.

Su ogni linea in rilievo, parallelo o meridiano, sono state apposte più targhette (per trovarle facilmente) su cui è scritto in Braille il nome della linea.

Questo mappamondo è parte di uno strumento più completo denominato ROTOGEO.

ROTOGEO

Il ROTOGEO è composto da un piano di legno circolare, di circa 70 cm di diametro, e rotante intorno al suo centro per mezzo di cuscinetti.

Su questo piano circolare sono montati la Terra (il mappamondo di cui sopra) sul bordo, ed il Sole, rappresentato da una pallina da cui fuoriesce un raggio metallico, al centro del piano.

La Terra ha un’inclinazione (canonica) di 23,5° rispetto alla verticale e può girare su se stessa (movimento di rotazione giorno-notte) sia manualmente che tramite un piccolo motorino elettrico fissato alla base.

Tutto il piano del Rotogeo, anch’esso rotante, rappresenta il piano dell’orbita della Terra.

Ecco alcune situazioni che ne illustrano il funzionamento.

Il Rotogeo al solstizio estivo al Circolo Polare Artico

Il Rotogeo al solstizio estivo al Circolo Polare Artico

Il Rotogeo All'Equinozio d'Autunno all'Equatore

Il Rotogeo All’Equinozio d’Autunno all’Equatore

Il Rotogeo al Solstizio d''Estate al Tropico del Cancro
Il Rotogeo al Solstizio d”Estate al Tropico del Cancro

Il piano ruota (senso antiorario) trascinando il globo terrestre che a sua volta ruota (sempre in senso antiorario) mantenendo sempre l’asse di rotazione parallelo a se stesso su tutto il giro intorno al Sole (movimento annuale di rivoluzione), simulando il movimento reale della Terra.

Per meglio far comprendere il complesso dei movimenti di rotazione e di rivoluzione della Terra, gli allievi sono aiutati a “toccare con mano” il complesso strumentale per verificare la fissità dell’inclinazione dell’asse terrestre nel suo giro annuale intorno al Sole, il movimento di rivoluzione e la diversa inclinazione dei raggi del Sole che colpiscono la superficie della Terra e che determinano il ciclo delle stagioni.

Tramite questo strumento gli allievi (aiutati da assistenti) possono rilevare la diversa e caratteristica posizione reciproca della Terra e del Sole nei punti equinoziali, raggio (del Sole) metallico perpendicolare all’equatore, e solstiziali con il medesimo raggio (del Sole) perpendicolare al Tropico del Cancro (Estate emisfero Boreale) e perpendicolare al Tropico del Capricorno (Estate emisfero Australe).

Tramite il contatto del raggio metallico proveniente dal Sole con la superficie della Terra, è possibile far capire agli allievi il significato dei Circoli Polari Artico ed Antartico, e del perché nei dintorni dei poli il giorno e la notte durano alternativamente sei mesi.

Il Rotogeo ha lo scopo di far conoscere:

– la Terra dal punto di vista astronomico, con tutti i dettagli appena descritti.

– il movimento diurno (rotazione) della Terra: i punti e gli istanti della mezzanotte, dell’alba, del tramonto e del mezzodì. Gli orari diversi e contemporanei in tutta la Terra, i fusi orari. Il funzionamento della Linea del Cambio di Data. La diversa durata del dì e della notte.

– la posizione della Terra rispetto al Sole nei giorni dei Solstizi e degli Equinozi e durante tutto il periodo di ogni stagione.

– in cosa consiste il movimento chiamato Precessione degli Equinozi.

Nota: Per semplicità costruttiva il Rotogeo NON rispetta le prime due leggi di Keplero, perché l’orbita è circolare e non ellittica ed il movimento è costante e non variabile durante l’intero giro di rivoluzione.

ELIOGIRO

E’ un disco di 40 cm che rappresenta l’orizzonte di un osservatore che può trovarsi in qualunque punto della Terra tra il Polo Nord e l’Equatore.

La sua inclinazione viene fatta variare (a mano) rispetto alla Polare, simulando, così, una variazione di latitudine dell’osservatore sulla Terra.

L'Eliogiro
L’Eliogiro

Intorno a questo orizzonte (che è l’unica parte di Terra visibile ad ogni persona) viene fatto “sorgere e tramontare” (a mano) il Sole per dimostrare la diversa lunghezza del dì e della notte e la diversa incidenza dei raggi del sole sull’orizzonte nelle diverse stagioni dell’anno.

Solo con questo strumento si può veramente “toccare con mano” il fenomeno per cui ai poli il dì e la notte sono lunghi sei mesi.

FASCIO DI RAGGI paralleli

Trattasi di un fascio di raggi solari (o stellari) paralleli tra loro, che investono una Terra di 12 cm di diametro.

Questo fascio è cilindrico con un diametro di 12 cm costruito con cannucce di plastica lunghe circa 40cm.

Il Fascio di Raggi paralleli che investe la Terra agli Equinozi

Il Fascio di Raggi paralleli che investe la Terra agli Equinozi

Il Fascio di Raggi paralleli che colpiscono la Terra al Solstizio Estivo
Il Fascio di Raggi paralleli che colpiscono la Terra al Solstizio Estivo

Il Fascio di Raggi paralleli che colpiscono la Terra al Solstizio Invernale
Il Fascio di Raggi paralleli che colpiscono la Terra al Solstizio Invernale

La Terra viene “investita” da questi raggi del Sole che possono essere considerati paralleli data la grande distanza. A seconda della stagione, l’asse della Terra sarà perpendicolare rispetto ai raggi del Sole (primavera-autunno), oppure inclinato con il Polo Nord o il Polo Sud a favore del Sole (estate o inverno).

RAGGIO IN ATMOSFERA

E’ un piccolo modellino per dimostrare come varia lo spessore dell’atmosfera terrestre attraversato dai raggi del Sole durante le diverse ore della giornata: dall’alba al tramonto e durante i vari periodi dell’anno.

Raggio di Luce nell'atmosfera
Raggio di Luce nell’atmosfera

Costruttivamente è formato da una basetta rettangolare (il nostro orizzonte) sormontata da uno spessore in legno, curvo, che rappresenta la sezione verticale dell’atmosfera che sovrasta l’osservatore.

Nel punto centrale della basetta (sede dell’osservatore) è fissata una cannuccia (raggio solare) che può essere portata da un estremo all’altro dell’orizzonte simulando il percorso del Sole nel cielo.

L’enorme spessore dell’atmosfera attraversato dal raggio solare (cannuccia) in corrispondenza dell’alba e del tramonto ed il minimo spessore dell’atmosfera quando il Sole è allo Zenit è la causa principale del caldo e del freddo durante il giorno e durante le stagioni.

Questo è solo per iniziare.

Lo sviluppo di altri strumenti didattici particolari, per ampliare la “visione” di ciò che ci circonda a chi da solo non potrebbe altrimenti, è già a buon punto.

RICORDI

Lezione 1 – 22 gennaio 2010

Lezione 2 – 29 gennaio 2010

Lezione 6 – 19 marzo 2010

EBU NEWSLETTER

Logo EBU

http://www.euroblind.org/press-and-publications/publications/nr/43

Newsletter n° 78 – 01/02 (pdf)
Newsletter n° 78 – 02/02 (pdf)

VIDEO

{mp3}Audioprerss{/mp3}

Intervista Audiopress – file audio MP3 – 5,36 mb – marzo 2010

{wmv}AVI00032 Intervista ciechi{/wmv}

Clip ExtraTv – febbraio 2010

2010-2011 – SEMINARIO DI ASTRONOMIA ELEMENTARE PER NON VEDENTI E IPOVEDENTI – Mestre (Ve)

Unione Italiana Ciechi di VENEZIA (UICI – Venezia)

Sabato 21 maggio 2011

presso CIRCOLO ASTROFILI DI MESTRE “Guido Ruggeri” –

Via P. E. Gelain, 7 Marghera (Venezia)

http://www.astrofilimestre.it/ 

PROGETTO

Perché privare i non vedenti e gli ipovedenti di godere del fascino dell’Astronomia?

Intorno a questa idea Andrea Miccoli ha sviluppato il metodo e gli strumenti per effettuare un corso di astronomia elementare adatto a persone che “vedono” solo con le dita.

Il progetto si ripete non a Latina, bensì a Mestre presso i locali del CIRCOLO ASTROFILI DI MESTRE “Guido Ruggeri” – Via P. E. Gelain, 7 Marghera (Venezia)

http://www.astrofilimestre.it/

La UICI di Venezia in collaborazione con l’Associazione Pontina di Astronomia – Latina-Anzio-Nettuno, ha organizzato un Seminario di Astronomia per non vedenti ed ipovedenti per l’intera giornata di sabato 21 maggio 2011.

Per informazioni

Docente APA-lan: Andrea Miccoli 347 5775180 andmicco@libero.it 

Il corso, ideato e sviluppato da Andrea Miccoli, Vicepresidente del’Associazione Pontina di Astronomia – Latina-Anzio-Nettuno (APA-lan) è adatto per un massimo di 8 partecipanti.

L’oggetto di questo incontro è l’Astronomia legata al Pianeta Terra: dalla nascita come pianeta del sistema solare alla conoscenza di tutti gli elementi del mappamondo, necessari per la comprensione dei fenomeni astronomici terrestri: il moto diurno, l’inclinazione dell’asse di rotazione, il moto annuo, le stagioni, l’orbita con i suoi punti notevoli, il movimento di Precessione, la Polare, l’equatore celeste, l’eclittica ecc…

Le spiegazioni orali sono integrate con strumenti ideati e costruiti allo scopo, onde permettere la comprensione degli elementi astronomici di cui si sta parlando.

Gli strumenti didattici costruiti sono così concepiti:

MAPPAMONDO

MAPPAMONDO di 25 cm di diametro con tutti gli elementi in rilievo: i bordi di tutti i continenti, le penisole, le isole, i due Tropici (differenti tra loro al tatto) e così pure i due Circoli Polari, l’Equatore, la Linea del Cambio di Data, il Meridiano Fondamentale di Greenwich ed alcuni meridiani minori, tutta la fascia della latitudine dell’Italia dal Brennero a Lampedusa è stata evidenziata per tutti i 360° del globo terraqueo.

Su ogni linea in rilievo, parallelo o meridiano, sono state apposte più targhette (per trovarle facilmente) su cui è scritto in Braille il nome della linea.

Questo mappamondo è parte di uno strumento più completo denominato ROTOGEO.

ROTOGEO

Il ROTOGEO è composto da un piano di legno circolare, di circa 70 cm di diametro, e rotante intorno al suo centro per mezzo di cuscinetti.

Su questo piano circolare sono montati la Terra (il mappamondo di cui sopra) sul bordo, ed il Sole, rappresentato da una pallina da cui fuoriesce un raggio metallico, al centro del piano.

La Terra ha un’inclinazione (canonica) di 23,5° rispetto alla verticale e può girare su se stessa (movimento di rotazione giorno-notte) sia manualmente che tramite un piccolo motorino elettrico fissato alla base.

Tutto il piano del Rotogeo, anch’esso rotante, rappresenta il piano dell’orbita della Terra.

Ecco alcune situazioni che ne illustrano il funzionamento.

Raggi Solari ALsolstizio d'Estate al Circolo Polare Artico

Il Rotogeo al solstizio estivo al Circolo Polare Artico

Equinozio d'Autunno all'Equatore

Il Rotogeo All’Equinozio d’Autunno all’Equatore

Il Rotogeo al Solstizio d''Estate al Tropico del Cancro  

Il Rotogeo al Solstizio d”Estate al Tropico del Cancro

Il piano ruota (senso antiorario) trascinando il globo terrestre che a sua volta ruota (sempre in senso antiorario) mantenendo sempre l’asse di rotazione parallelo a se stesso su tutto il giro intorno al Sole (movimento annuale di rivoluzione), simulando il movimento reale della Terra.

Per meglio far comprendere il complesso dei movimenti di rotazione e di rivoluzione della Terra, gli allievi sono aiutati a “toccare con mano” il complesso strumentale per verificare la fissità dell’inclinazione dell’asse terrestre nel suo giro annuale intorno al Sole, il movimento di rivoluzione e la diversa inclinazione dei raggi del Sole che colpiscono la superficie della Terra e che determinano il ciclo delle stagioni.

Tramite questo strumento gli allievi (aiutati da assistenti) possono rilevare la diversa e caratteristica posizione reciproca della Terra e del Sole nei punti equinoziali, raggio (del Sole) metallico perpendicolare all’equatore, e solstiziali con il medesimo raggio (del Sole) perpendicolare al Tropico del Cancro (Estate emisfero Boreale) e perpendicolare al Tropico del Capricorno (Estate emisfero Australe).

Tramite il contatto del raggio metallico proveniente dal Sole con la superficie della Terra, è possibile far capire agli allievi il significato dei Circoli Polari Artico ed Antartico, e del perché nei dintorni dei poli il giorno e la notte durano alternativamente sei mesi.

Il Rotogeo ha lo scopo di far conoscere:

– la Terra dal punto di vista astronomico, con tutti i dettagli appena descritti.

– il movimento diurno (rotazione) della Terra: i punti e gli istanti della mezzanotte, dell’alba, del tramonto e del mezzodì. Gli orari diversi e contemporanei in tutta la Terra, i fusi orari. Il funzionamento della Linea del Cambio di Data. La diversa durata del dì e della notte.

– la posizione della Terra rispetto al Sole nei giorni dei Solstizi e degli Equinozi e durante tutto il periodo di ogni stagione.

– in cosa consiste il movimento chiamato Precessione degli Equinozi.

Nota: Per semplicità costruttiva il Rotogeo NON rispetta le prime due leggi di Keplero, perché l’orbita è circolare e non ellittica ed il movimento è costante e non variabile durante l’intero giro di rivoluzione. 

ELIOGIRO

E’ un disco di 40 cm che rappresenta l’orizzonte di un osservatore che può trovarsi in qualunque punto della Terra tra il Polo Nord e l’Equatore.

La sua inclinazione viene fatta variare (a mano) rispetto alla Polare, simulando, così, una variazione di latitudine dell’osservatore sulla Terra.

Eliogiro

L’Eliogiro

Intorno a questo orizzonte (che è l’unica parte di Terra visibile ad ogni persona) viene fatto “sorgere e tramontare” (a mano) il Sole per dimostrare la diversa lunghezza del dì e della notte e la diversa incidenza dei raggi del sole sull’orizzonte nelle diverse stagioni dell’anno.

Solo con questo strumento si può veramente “toccare con mano” il fenomeno per cui ai poli il dì e la notte sono lunghi sei mesi. 

FASCIO DI RAGGI paralleli

Trattasi di un fascio di raggi solari (o stellari) paralleli tra loro, che investono una Terra di 12 cm di diametro.

Questo fascio è cilindrico con un diametro di 12 cm costruito con cannucce di plastica lunghe circa 40cm.

Il Fascio di Raggi paralleli che investe la Terra agli Equinozi

Il Fascio di Raggi paralleli che investe la Terra agli Equinozi

Il Fascio di Raggi paralleli che colpiscono la Terra al Solstizio Estivo

Il Fascio di Raggi paralleli che colpiscono la Terra al Solstizio Estivo

Il Fascio di Raggi paralleli che colpiscono la Terra al Solstizio Invernale

Il Fascio di Raggi paralleli che colpiscono la Terra al Solstizio Invernale

La Terra viene “investita” da questi raggi del Sole che possono essere considerati paralleli data la grande distanza. A seconda della stagione, l’asse della Terra sarà perpendicolare rispetto ai raggi del Sole (primavera-autunno), oppure inclinato con il Polo Nord o il Polo Sud a favore del Sole (estate o inverno). 

RAGGIO IN ATMOSFERA

E’ un piccolo modellino per dimostrare come varia lo spessore dell’atmosfera terrestre attraversato dai raggi del Sole durante le diverse ore della giornata: dall’alba al tramonto e durante i vari periodi dell’anno.

Raggio di Luce nell'atmosfera

Raggio di Luce nell’atmosfera

Costruttivamente è formato da una basetta rettangolare (il nostro orizzonte) sormontata da uno spessore in legno, curvo, che rappresenta la sezione verticale dell’atmosfera che sovrasta l’osservatore.

Nel punto centrale della basetta (sede dell’osservatore) è fissata una cannuccia (raggio solare) che può essere portata da un estremo all’altro dell’orizzonte simulando il percorso del Sole nel cielo.

L’enorme spessore dell’atmosfera attraversato dal raggio solare (cannuccia) in corrispondenza dell’alba e del tramonto ed il minimo spessore dell’atmosfera quando il Sole è allo Zenit è la causa principale del caldo e del freddo durante il giorno e durante le stagioni.

Questo è solo per iniziare.

Lo sviluppo di altri strumenti didattici particolari, per ampliare la “visione” di ciò che ci circonda a chi da solo non potrebbe altrimenti, è già a buon punto. 

RICORDI

La tanto attesa giornata del 21 maggio 2011 è finalmente arrivata.

Grazie di averci permesso questa esperienza.

2014-2015 – INCONTRI RAVVICINATI DI ASTRONOMIA CON SORDOCIECHI

Malossi

Latina 7-11 settembre 2015

Scuola Media A. Volta, via Botticelli, 33 – Latina 

Presentazione

Due persone accompagnate da due educatrici, da Pordenone a Latina per vivere alcuni giorni di emozioni con l’astronomia grazie all’Associazione Pontina di Astronomia:

Da lunedì  7 (arrivo) a venerdi 11 settembre 2015.

Sede degli incontri: Scuola Media A. Volta, via Botticelli, 33 -Latina.
Info: Andrea Miccoli cell. 347 5775180  andmiccoli@libero.it
www.astronomiapontina.it   

Alfabeto Malossi
Alfabeto Malossi                                            

Ricordi

7-11 settembre 2015

INCONTRI RAVVICINATI DI ASTRONOMIA PER DUE PERSONE… SPECIALI!

Ezio: dalla nascita privo dell’udito e da circa dieci anni totalmente privo anche della vista. Dotato di intelligenza vivace e con una voglia di conoscenza davvero incontenibile!

Comunica con il mondo esterno tramite il metodo Malossi che indica le varie lettere dell’alfabeto in punti predeterminati del palmo della mano.

Natascia: una ragazza cieca dalla nascita. E’ curiosa ed interessata dalle cose belle della vita.

Ambedue accompagnati da due educatrici.

Da PORDENONE a LATINA, col treno, per conoscere qualche emozione tramite l’astronomia dell’ Associazione Pontina di Astronomia.

Strumenti didattici per sordo ciechi

Fig 1 – Gli strumenti didattici preparati per gli ospiti di Pordenone

Malossi
Fig 2 – Metodo Malossi: Lettere verdi: toccate – Lettere rosse: pizzicate

Il metodo Malossi permette di comunicare con una persona sordocieca che ha conosciuto il linguaggio.

In questo caso trattasi di persona che è andata a scuola quando era soltanto sordo o soltanto cieco. Il cieco parlava e parla normalmente, il sordo ha imparato ad usare la voce, e quindi si fa capire. Nessuno dei due è muto.

Questo tipo di sordociechi che ha conosciuto la maggior parte delle emozioni della loro vita attraverso l’udito o la vista, adesso che ambedue i canali sensoriali sono chiusi, hanno bisogno più di prima di alimentare la loro esistenza con informazioni e stimoli che tengano desta la curiosità e l’interesse per la vita. La strada per fare ciò è la mano.

Il metodo Malossi fu inventato da Eugenio Malossi, un avellinese sordocieco morto nel 1930.

Come si può capire, si tratta di una comunicazione molto povera e scarna, ma sufficiente ed essenziale per aprire le porte della mente alle meraviglie della conoscenza.

Fig 3 Ezio ha fatto una domanda e l’educatrice Debora gli sta rispondendo.

Fig 3 – Ezio ha fatto una domanda e l’educatrice Debora gli sta rispondendo.

Fig 4 L’educatrice Manila fa da interprete per la comprensione del mappamondo Braille.

Fig 5 – L’educatrice Manila concentrata nello scrivere… – Ezio attentissimo, vuole capire.

Fig 6 Come si vede la Polare dalle varie latitudini della terra....? Ezio vuole conoscere tutti i i particolari

Fig 6 – Come si vede la Polare dalle varie latitudini della Terra…? Ezio vuole conoscere tutti i i particolari

fig 7 Natascia e Alida Giona alle prese con l’orbita terrestre.

Fig 7 – Natascia e Alida Giona alle prese con l’orbita terrestre.

Fig 8 Andrea Alimenti accompagna Natascia nella conoscenza del Mappamondo Braille.

Fig 8 – Andrea Alimenti accompagna Natascia nella conoscenza del Mappamondo Braille.

Fig 9 - Alida Giona con qualche risposta alle tante domande di Ezio.
Fig 9 – Alida Giona con qualche risposta alle tante domande di Ezio.

Fig 10 - Visita all’aeroporto di Latina: Manila avvisa Ezio che potrà sedersi al posto del pilota.
Fig 10 – Visita all’aeroporto di Latina: Manila avvisa Ezio che potrà sedersi al posto del pilota.

Fig 10 - Visita all’aeroporto di Latina: Manila avvisa Ezio che potrà sedersi al posto del pilota.
Fig 11 – Un sogno…

Fig 12 - Una mano sulla cloche e con l’altra Ezio simula il volo acrobatico: picchiate, cabrate, virate, ecc. è proprio un bel volo!
Fig 12 – Una mano sulla cloche e con l’altra Ezio simula il volo acrobatico: picchiate, cabrate, virate, ecc. è proprio un bel volo!

Fig 13 - Nella sala equipaggiamenti.
Fig 13 – Nella sala equipaggiamenti.

Fig 14 - Ezio e Natascia... emozioni di alta quota!
Fig 14 – Ezio e Natascia… emozioni di alta quota!

Fig 15 - Un grazie al Comandante Col. Piccolomini ed a tutto il personale dell’aeroporto.
Fig 15 – Un grazie al Comandante Col. Piccolomini ed a tutto il personale dell’aeroporto.

Fig 16 - Ezio affascinato dalla volta celeste vuole capire i movimenti della Luna (che ha in mano) e del Sole.
Fig 16 – Ezio affascinato dalla volta celeste vuole capire i movimenti della Luna (che ha in mano) e del Sole.

Fig 17 - Ezio ha capito i movimenti della Luna rispetto al Sole. Per lui è una grande scoperta! Ripete tutto più volte dall’inizio alla fine con grande euforia. Gli occhi brillano di felicità.

Fig 17 – Ezio ha capito i movimenti della Luna rispetto al Sole. Per lui è una grande scoperta! Ripete tutto più volte dall’inizio alla fine con grande euforia. Gli occhi brillano di felicità.

Fig 18 - Alida fa capire a Natascia le dimensioni del Sole rispetto ai pianeti
Fig 18 Alida  fa capire a Natascia  le dimensioni del Sole  rispetto ai pianeti 

Fig 19 - Andrea Miccoli risponde ad una domanda di Ezio. I raggi del Sole e le stagioni della Terra.
Fig 19 – Andrea Miccoli risponde ad una domanda di Ezio. I raggi del Sole e le stagioni della Terra.

Fig 20 - Foto di gruppo e saluti di commiato. Si ritorna a Pordenone un po’ più felici di prima e con tante nuove conoscenze.  
Fig 20 – Foto di gruppo e saluti di commiato. Si ritorna a Pordenone un po’ più felici di prima e con tante nuove conoscenze.

Noi insieme ai nostri sponsor, siamo felicissimi di regalare a tutte queste persone non vedenti, ipovedenti e sordocieche l’emozione della conoscenza di ciò che la natura gli aveva negato.

Sponsor

Farmacia Calabresi – Latina
Logo LERT
Studio Dentistico Laureti
Dr Macale
Acustica e Ottica Mauro
Logo Agrilatina
lOGO belectric
Logo EdilPapa
Logo Cantina Ganci
Logo Prato di Coppola

2014-2015 – ASTRONOMIA PER CIECHI ED IPOVEDENTI A LATINA

CORSO RESIDENZIALE DI ASTRONOMIA PER CIECHI ED IPOVEDENTI

Logo Corso residenziale

Latina 13 – 18 Luglio 2015 

Presentazione

Sfera Celeste              Rotazione Volta Celeste

L’Associazione Pontina di Astronomia – Latina–Anzio-Nettuno ed il Comune di Latina – Assessorato alle Pari Opportunità – organizzano un

CORSO RESIDENZIALE DI ASTRONOMIA PER CIECHI ED IPOVEDENTI

Latina 13 – 18 luglio 2015   

Trattasi di un evento unico nel campo della didattica dell’astronomia dove i disabili visivi possono conoscere da vicino, concretamente, molti elementi di questa bellissima scienza.

Partecipano a questo corso non vedenti ed ipovedenti interessati o semplicemente curiosi di tutto ciò che riguarda il cielo ed i suoi fenomeni che prima potevano conoscere solo con l’ascolto di spiegazioni a voce o con l’ascolto di libri parlati.

In questo corso ogni argomento sarà illustrato facendo riferimento a strumenti e modellini che riproducono i fenomeni nelle 4 dimensioni.

Saranno trattati argomenti di astronomia con riferimenti alla cosmologia, l’astrofisica e l’astronautica.

Il corso di astronomia viene svolto da esperti astrofili profondi conoscitori del cielo, in possesso di notevole esperienza tiflodidattica e di una vasta e speciale strumentazione, originale ed unica nel suo genere, interamente ideata e realizzata dal coordinatore del seminario Andrea Miccoli.

La settimana di astronomia è stata pensata ed organizzata come una settimana di vacanza e di cultura sia per i partecipanti che per gli accompagnatori.

Ogni giornata viene scandita da una prima parte dedicata al corso ed una seconda parte dedicata al tempo libero ed alle uscite serali.

Per ragioni pratiche e funzionali al migliore svolgimento del corso, il numero dei partecipanti sarà limitato ad otto persone.

Programma

1° GIORNO – Lunedì 13 luglio 2015

Arrivo dei partecipanti e check-in in hotel 

Ore 20:00 – Cena

Ore 21:00 – Breve riunione

2° GIORNO – Martedì 14 luglio 2015

Ore 09:00 – Inizio del corso. Breve saluto ai partecipanti

Ore 09:30 – Inizio della prima lezione: Presentazione e conoscenza dell’Orbita della Terra

Ore 10:30 – Pausa caffè

Ore 10:45 – Conosciamo il mappamondo Braille con tutti i detagli

Ore 12:00 – Termine

Ore 13:00 – Pranzo 

Ore 20:00 – Cena

Ore 21:00 – Passeggiata in città con guida turistica

3 GIORNO – Mercoledì 15 luglio 2015

Ore 09:00 – Osservazione delle dimensioni dei corpi del sistema solare messe a confronto

Ore 10:30 – Pausa caffè

Ore 10:45 – I raggi del Sole. Nascita, energia, vita e morte del Sole

Ore 12:00 – Termine

Ore 13:00 – Pranzo

Ore 18:30 – Visita museo delle opere in ferro di Mario Righini

Ore 20:00 – Cena ad Anzio

4° GIORNO – Giovedì 16 luglio 2015

Ore 09:00 – La Terra ed il Sole insieme nel Rotogeo

Ore 10:30 – Pausa caffè

Ore 10:45 – Le stagioni osservate sull’Eliogiro

Ore 12:00 – Termine

Ore 13:00 – Pranzo

Ore 20:00 – Cena 

Ore 21:00 – Serata sotto le stelle a P.di Coppola con Andrea Miccoli

5° GIORNO – Venerdì 17 luglio 2015

Ore 09:00 – Osserviamo la sfera celeste: la rotazione e gli elementi principali

Ore 10:30 – Pausa caffè

Ore 10:45 – Le 13 costellazioni dello Zodiaco

Ore 12:00 – Termine

Ore 13:00 – Pranzo

Ore 17:30 – Visita a Piana delle Orme

Ore 20:00 – Cena

6° GIORNO – Sabato 18 luglio 2015

Ore 09:00 – Osserviamo le due facce della  Luna: perché così diverse? 

Ore 10:30 – Pausa caffè 

Ore 10:45 – Eclissi di Sole e di Luna. La Luna rossa. Le prossime eclissi.  

Ore 12:00 – Termine lezione. Cerimonia di chiusura e consegna degli attestati. Foto di gruppo.

Ore 13.00 – Pranzo.

Pomeriggio – partenza.

Gli Strumenti Didattici

Il Mappamondo Braille

Mappamondo Braille   

Uno sguardo alla nostra Terra.

4 mappamondi da 26 cm per conoscere i dettagli più importanti del globo terrestre.

Tutti gli elementi in rilievo e scritte in Braille per fare la conoscenza dei 2 meridiani e dei 5 paralleli della Terra più importanti.

Corpi del Sistema Solare in scala 

Sistema Solare in scala

Una mano sul Sole e l’altra sui vari pianeti per comprendere le dimensioni davvero insignificanti di tutti i pianeti del Sistema Solare rispetto al Sole.

Orbita-Braille

Orbita-Braille

Osserviamo qual è lo  “strano”  percorso della Terra intorno al Sole e scopriamo perché tale forma -ellittica- non fu mai accettata da Galileo.

Le differenti distanze fra i Solstizi e gli Equinozi. Afelio e Perielio.

La posizione del Sole decentralizzata.

Come appare l’asse di rotazione della Terra. 

Raggi del Sole in atmosfera 

Raggi del Sole in atmosfera 

Ecco come si può percepire la variazione dello spessore dell’atmosfera al variare dell’inclinazione dei raggi solari e comprendere il perché del freddo e del caldo nei vari punti della Terra, alle varie latitudini ed anche nell’ambito della stessa giornata.

Raggi Solari

Raggi Solari  Equinozio

Raggi solari sostizio

Avere nelle mani la Terra ed i raggi del Sole per una immediata e globale visione di come la Terra viene investita  dai raggi solari durante l’anno.

Il Rotogeo 

Rotogeo

Questo strumento riproduce l’intero percorso della Terra intorno al Sole nelle tre dimensioni ed anche con la quarta che è il tempo.

Ogni partecipante accompagna la Terra passo passo lungo la sua l’orbita osservando come ogni stagione dipende dal  fatto che l’asse terrestre non cambia né direzione e né inclinazione durante tutto l’anno. 

Il Piccolo Rotogeo

Il Piccolo Rotogeo                                                                            

Sole e Terra, quasi una miniatura, tutto in due mani per un “colpo d’occhio” in un solo gesto.

Eliogiro

Eliogiro

Dove, come e quando sorge il Sole durante tutto l’anno in ogni punto della Terra (dal Polo Nord al Polo Sud).

Con una mano sull’orizzonte e nell’altra mano il Sole (alto o basso a seconda del periodo dell’anno), ogni partecipante muove il Sole sopra e sotto l’orizzonte ed osserva il momento dell’alba, del mezzogiorno, del tramonto  e della mezzanotte.

Vede come varia  la durata del dì e della notte.

In modo semplice e immediato vede come e perché  ai due Poli  la notte ed il dì durano  sei mesi. 

Semisfera Celeste Ruotante

Semisfera Celeste Ruotante   

Semisfera Celeste Ruotante

La volta celeste rotante: una sfera di 40 cm di diametro con l’interno tempestato di stelle, le costellazioni più importanti, le 13 costellazioni dello Zodiaco, l’eclittica e l’equatore celeste, tutto riprodotto fedelmente  ed in rilievo.

La parte inferiore è mancante per permettere allo studente di entrare con le braccia.

La sfera celeste sarà inizialmente vuota, poi arricchita con una piccola Terra rotante (in senso contrario) e poi un ampio orizzonte con un osservatore.

Con un dito sulla Stella Polare sarà semplice ed emozionante vedere e capire perché  la Polare è l’unica stella che in cielo sta ferma mentre tutte le altre girano descrivendo cerchi tanto più grandi quanto più è grande la loro distanza angolare dal Polo Nord Celeste.

La Luna

Luna

Cosa sono i “mari, laghi, golfi,  l’oceano, ecc. della Luna”?  

Perché stanno solo nell’emisfero che guarda verso la Terra?

Quanto è grande l’Oceano delle Tempeste?

Dove sono atterrati gli astronauti?

La Luna da osservare con tutti i dettagli in rilievo e poche scritte in braille.   

Il Sole e l’ombra della Terra 

Il Sole e l’ombra della Terra 

Ogni punto della Terra esposta al Sole riceve la luce ed il calore dal Sole, nella parte opposta c’è il buio.

Il buio è l’ombra della Terra. Il Sole, i suoi raggi, la Terra e la sua ombra tutto nelle mani anche se la realtà ci dice che l’ombra della Terra è lunga circa 1 milione e mezzo di chilometri ed i raggi del Sole 150 milioni di km.   

Costi    

Il costo complessivo del  corso è di € 485.00  per ciascun partecipante.     

Questa somma comprende i servizi di seguito indicati che sono disponibili per tutti i partecipanti in gruppo:

a) – partecipazione attiva a tutte le lezioni pratiche e teoriche del corso,

b) – sistemazione dei partecipanti nello stesso albergo in camera doppia con prima colazione + ombrellone con due sdraio sulla spiaggia (supplemento per camera singola: 30 euro),

c) – pranzi e cene,

d) – trasporto negli spostamenti in gruppo,

e) – servizio di accompagnamento in gruppo.

f) – ingressi a visite ed escursioni guidate.

Il non fruire di alcuni di questi servizi non da diritto a rimborsi o sconti.

Gli accompagnatori vedenti (uno o più) possono far parte del gruppo versando la stessa somma dei frequentatori. Usufruiscono così degli stessi servizi logistici ma partecipano alle lezioni del corso come uditori. 

L’albergo prescelto è l’HOTEL TIRRENO, posizionato proprio sulla spiaggia di Latina – www.hoteltirrenolatina.it

Prenotazioni

Il corso, come già detto in apertura, per ovvie ragioni di opportunità didattica può accogliere, al massimo, otto partecipanti.

E’ opportuno, quindi, prenotarsi subito.

La prenotazione va fatta compilando la Domanda di Adesione ed il Questionario allegati (aprire il documento, salvarlo sul computer e compilarlo), che devono essere inviati il prima possibile con una mail ad

Andrea Miccoli  andmicco@libero.it      cell. 347-5775180   

Per ricevere un aiuto nella compilazione dei due documenti oppure per inviare i dati per via telefonica potete anche
telefonare: Andrea Miccoli cell. 347-5775180

Agli 8 interessati saranno comunicate le istruzioni necessarie per confermare l’iscrizione. 

Per informazioni sul progetto: Andrea Miccoli:  andmicco@libero.it  cell. 347-5775180

Per informazioni sull’Associazione Pontina di Astronomia  Latina-Anzio-Nettuno:

Domenico D’Amato: domdamato49@gmail.com cell. 339-8437009

Per informazioni logistiche: Alessandro Fantin: fantin_alessandro@alice.it cell 345-1722028

Sponsor

Logo EdiPapa
Logo Agrilatina
Logo Cantina Ganci
Studio Dentistico Laureti
FARMACIA CALABRESI -LATINA
lOGO belectric
Logo Acustica Mauro

Dr Macale
Logo LERT
Microfonisti BIG WHITE
Logo Prato di Coppola

Ricordi

Ricordi Corso 2015

2013-2014 – DIARIO DEL SEMINARIO DI ASTRONOMIA PER CIECHI ED IPOVEDENTI

Il Seminario Residenziale di Astronomia per Ciechi ed Ipovedenti è stato svolto a Latina dal 21 al 26 luglio 2014 nella Sala Multimediale del Palazzo della Cultura, concessa dal Sindaco della città On. Avv. Giovanni Di Giorgi a cui vanno i ringraziamenti dei partecipanti e degli organizzatori.

La presentazione del Seminario alla città ed alla stampa è stata fatta il giorno 15 luglio 2014.

Andrea illustra il programma del seminario 
Foto – Andrea illustra il programma del seminario

Era presente l’Ass.re alla Pubblica Istruzione Marilena Sovrani che si è complimentata con gli organizzatori ed ha auspicato analoghe iniziative anche a favore di altre disabilità.

La sera del giorno 21 sono arrivati gli 8 partecipanti con 5 accompagnatori.

Luogo dell’incontro e del soggiorno: Hotel Tirreno, sulla spiaggia di Latina.

Martedì 22 luglio 2014

Partenza dall’albergo alle ore 08.30 precise.

Alla guida del pullmino la bravissima Anna Zago, coadiuvata dalle impeccabili Elisa e Patrizia.

Alle 08.50 già tutti in aula.

Il Seminario inizia con il saluto del Presidente dell’Associazione Pontina di Astronomia Domenico D’Amato.

Il Presidente dell'Associazione Pontina di Astronomia da il benvenuto ai partecipanti al seminario
Foto – Il Presidente dell’Associazione Pontina di Astronomia da il benvenuto ai partecipanti al seminario 

Subito dopo Andrea illustra il programma della giornata e si porta sul tavolo un plastico che rappresenta l’orbita della Terra. 
Orbita della Terra
Foto – Orbita della Terra

Tutti osservano la forma, la posizione non centrale del Sole, la posizione della Terra nei quattro punti notevoli (2 solstizi e 2 equinozi) e soprattutto l’asse della Terra.
Vitaly e Rossana osservano le quattro piccole Terre tutte con l'asse inclinato
Foto – Vitaly e Rossana  osservano le quattro piccole Terre tutte con l’asse inclinato

Fatta la conoscenza dell’orbita della Terra viene presentato il pannello con le dimensioni – in scala – dei corpi del sistema solare.
Le dimensioni, in scala, dei corpi del Sistema Solare.
Foto – Le dimensioni, in scala, dei corpi del Sistema Solare.

Alle 10:15 pausa caffè con la prima di tante graditissime torte preparate dal nostro Francesco.

Mappamondo Braille con tutti i continenti e le isole in rilievo e con i 5 paralleli più importanti e alcuni meridiani anche in rilievo.
Andrea con Stefano, Ornella, Raffaella e Salvo per capire bene il mappamondo con paralleli, meridiani ed inclinazione dell'asse
Foto – Andrea con Stefano, Ornella, Raffaella e Salvo per capire bene il mappamondo con paralleli, meridiani ed inclinazione dell’asse

Per la comprensione delle conseguenze più immediate dell’inclinazione dei raggi solari nell’atmosfera terrestre sono stati presentati due piccoli strumenti con un raggio del sole
I raggi del sole e l'atmosfera
Foto – I raggi del sole e l’atmosfera
Raggi paralleli dal Sole
Foto – Raggi paralleli dal Sole
Francesco con il raggio di Sole inclinabile nell'atmosfera curva spiega a Rossana, Vitaly, Alessandro e Roberto (in piedi) il perché del caldo e del freddo sulla Terra
Foto – Francesco con il raggio di Sole inclinabile nell’atmosfera curva spiega a Rossana, Vitaly, Alessandro e Roberto (in piedi) il perché del caldo e del freddo sulla Terra

Alle 12:30 stop. Tutti a pranzo presso stabilimento balneare dell’Aeronautica Militare di Latina.

Dopo pranzo, intorno alle ore 15:00 visita al Centro Radar della Difesa Aerea di Borgo Piave.

Abbiamo potuto osservare con tutta calma ed in ogni dettaglio uno spettacolare caccia intercettore supersonico F-104 (bisonico) con i due missili Sidewinder (disarmati) ancora attaccati alle due estremità della ali.
Tutti intorno all'F-104, Caccia Intercettore dell'Aeronautica Militare osservato in ogni particolare
Foto – Tutti intorno all’F-104, Caccia Intercettore dell’Aeronautica Militare osservato in ogni particolare

Abbiamo avuto la possibilità di mettere le mani sul vecchio radar TPS-1E mentre Andrea ci spiegava il funzionamento.

Un grazie al Generale Pietro Iodice per averci regalato questa interessante opportunità.

Il dopo cena ci ha visti al centro della città di Latina con con Claudio Marinelli ottimo Cicerone.
Arrivo in Piazza del Popolo a Latina. Sullo sfondo il Palazzo Comunale
Foto – Arrivo  in Piazza del Popolo a Latina. Sullo sfondo il Palazzo Comunale

Al termine della prima giornata, tutti stanchi ma contenti. Si ritorna in albergo dove la notte si dorme accompagnati dalla voce del mare perché l’Hotel Tirreno è proprio sulla spiaggia.

Mercoledì 23 luglio 2014

La seconda giornata inizia con Andrea che introduce il Rotogeo.

Uno strumento dove la Terra viene fatta girare intorno al sole con una mano mentre con l’altra mano si osserva il suo asse che mantiene sempre la stessa inclinazione e la stessa direzione causando, in questo modo, le tanto preziose stagioni.
La Terra con i raggi del sole che si possono toccare
Foto – La Terra con i raggi del sole che si possono toccare
Salvo una mano sul Sole ed una sulla Terra per seguire il succedersi delle stagioni
Foto – Salvo una mano sul Sole ed una sulla Terra per seguire il succedersi delle stagioni

Si vedono i raggi del Sole che investono la Terra in modo diverso a seconda della sua posizione sull’orbita.
Alessandro, Raffaella, Ornella e Rossana con le mani osservano i raggi del Sole sulla Terra al solstizio d'inverno
Foto – Alessandro, Raffaella, Ornella e Rossana con le mani osservano i raggi del Sole sulla Terra al solstizio d’inverno

Si pranza presso il vicino ristorante “Break Time”.

Nel pomeriggio una bella gita a Nettuno dove ci aspettava una mostra di splendidi oggetti d’arte tutti battuti e forgiati a mano dall’artista Mario Righini.
L'artista Mario Righini parla ad Ornella delle sue opere ma lei sembra dire ...ma dài che non è tutta roba tua...
Foto – L’artista Mario Righini parla ad Ornella delle sue opere ma lei sembra dire  …ma dai che non è tutta roba tua…
Roberto inizia ad osservare l'aquila cominciando dalla testa mentre Salvo inizia dagli artigli
Foto – Roberto inizia ad osservare l’aquila cominciando dalla testa mentre Salvo inizia dagli artigli
Vitaly osserva i due pattinatori stilizzati e Stefano osserva il portiere su un campo di calcio
Foto – Vitaly osserva i due pattinatori stilizzati e Stefano osserva il portiere su un campo di calcio

E’ doveroso un ringraziamento all’artista ed al Comune di Nettuno che ha concesso una location di tutto riguardo: il vecchio ed affascinante Forte Sangallo.

La cena è stata molto allegra ad Anzio insieme ad altri amici di Latina tra cui l’organizzatore della logistica Alessandro Fantin con la giovane moglie Stefania.

Giovedì 24 luglio 2014

Nella prima parte della mattinata è stato presentato uno strumento molto versatile: l’Orizzonte Variabile con cui si possono rappresentare ed osservare tutti i movimenti e le situazioni del sole osservati dall’uomo sulla Terra, a qualunque latitudine dall’equatore fino al polo nord, in qualunque ora del giorno e della notte, in qualunque giorno dell’anno.

Ed anche tutti i punti dell’orizzonte dove nasce e tramonta il sole e la sua altezza in cielo. 
Rossana e Salvo se fossero al polo nord dove vedrebbero la stella polare
Foto – Rossana e Salvo se fossero al polo nord dove vedrebbero la stella polare
Anche Raffaella vede la stella polare sulla testa di chi sta al polo nord
Foto – Anche Raffaella vede la stella polare sulla testa di chi sta al polo nord
Salvo spiega a Roberto ciò che ha appena capito
Foto – Salvo spiega  a Roberto ciò  che ha appena capito
 Ecco come si vede la stella polare dall'equatore terrestre
Foto –  Ecco come si vede la stella polare dall’equatore terrestre
Rossana e Roberto osservano con attenzione come tramonta e sorge il Sole alla nostra latitudine
Foto –  Rossana e Roberto osservano con attenzione come tramonta e sorge il Sole alla nostra latitudine
Vitaly sorride soddisfatto mentre genera i sei mesi di luce al polo nord
Foto – Vitaly sorride soddisfatto mentre genera i sei mesi di luce al polo nord
Salvo non molla la presa sull'orizzonte variabile e continua a spiegarlo a Roberto mentre gli altri tengono Andrea sotto scacco..
Foto – Salvo non molla la presa sull’orizzonte variabile e continua a spiegarlo a Roberto mentre gli altri tengono Andrea sotto scacco..

Come ogni giorno, la pausa caffè è il momento più….dolce!  
Francesco prepara il dolce
Foto – Francesco prepara il dolce

Francesco ci delizia con le sue creazioni!

Nella seconda parte della lezione si parla di buchi neri. A spiegarne la misteriosa natura è la nostra socia astrofisica Dott.ssa Paola Dimauro (foto 3.22).
La nostra astrofisica Dr.ssa Paola Dimauro risponde alle domande e ci spiega cosa sono i Buchi Neri
Foto – La nostra astrofisica Dr.ssa Paola Dimauro risponde alle domande e ci spiega cosa sono i Buchi Neri

Pranzo presso la mensa Ufficiali della Scuola di Volo Basico dell’Aeroporto Militare di Latina e visita alle strutture dell’aeroporto con briefing del Comandante Colonnello Pilota Salvatore Romeo che ringraziamo per la squisita accoglienza e per l’interessante e dettagliata testimonianza sulle emozioni del volo supersonico.

Grazie Comandante Romeo!

Dopo il briefing c’è stata la presentazione con osservazione diretta e dettagliata del motore dell’aereo-scuola SF-260.
Rossana abbraccia sorridente il motore e Gabriele controlla l'interno di ogni pistone
Foto – Rossana abbraccia sorridente il motore e Gabriele controlla l’interno di ogni pistone
Alessandro tenta di smontare qualche pezzo dell'SF-260 Foto – Alessandro tenta di smontare qualche pezzo  dell’SF-260

A seguire, visita alla sala equipaggiamenti dove il il Maresciallo responsabile ha permesso a tutti gli ospiti che lo desideravano, di indossare il casco, il paracadute ed il giubbotto di salvataggio.
Salvo in un attimo indossa il paracadute mentre il nostro accompagnatore militare, il Luogotenente Pezone risponde alle domande di Rossana
Foto – Salvo in un attimo indossa il paracadute mentre il nostro accompagnatore militare, il Luogotenente Pezone risponde alle domande di Rossana
Dopo il paracadute, Salvo indossa anche il casco e tira giù la visiera è pronto al decollo...
Foto – Dopo il paracadute, Salvo indossa anche il casco e tira giù la visiera è pronto al decollo…

Vitaly prova, divertito, il casco da pilota
Foto – Vitaly prova, divertito, il casco  da pilota
Il sogno è finito. Gli stemmi sulla maglietta di Roberto sono la prova d'amore per l'Aeronautica e per la 46° Aerobrigata di Pisa
Foto – Il sogno è finito. Gli stemmi sulla maglietta di Roberto sono la prova  d’amore per l’Aeronautica e per la  46° Aerobrigata di Pisa
Anche Ornella prova il casco con gridolini di gioia
Foto – Anche Ornella prova il casco con gridolini di gioia

Ovviamente, foto-ricordo per tutti.

Ha chiuso la visita una dettagliata osservazione dell’aereo-scuola SF-260 in esposizione di fronte all’hangar
Questo aereo non è mai stato accarezzato con tanta curiosità e tanto affetto
Foto – Questo aereo non è mai stato accarezzato con tanta curiosità e tanto affetto

e la foto di gruppo.
Foto di gruppo prima di lasciare il 70° Stormo di Latina
Foto – Foto di gruppo prima di lasciare il 70° Stormo di Latina

La sera, cena presso l’Agriturismo Prato di Coppola che è anche la sede dove teniamo i nostri corsi di astronomia di Latina.

Dopo cena tutti sul prato al buio sotto il cielo stellato con Andrea che ci parlava delle costellazioni più evidenti ed importanti cominciando da quelle più facili da indicare perché si trovano – in questo periodo – proprio sulla nostra verticale: il triangolo estivo con il Cigno, l’Aquila e la Lira con le tre stelle più luminose, rispettivamente: Deneb, Altair e Vega.

Telescopi per gli accompagnatori per osservare Saturno, Marte ecc…

Venerdì 25 luglio 2014

Arriva sul tavolo la sfera celeste con le sue enormi potenzialità didattiche.
la sfera celeste con la Terra
Foto – La sfera celeste con la Terra
La sfera celeste con l'orizzonte dell'osservatore
Foto – La sfera celeste con l’orizzonte dell’osservatore

E’ stata realizzata da Andrea per rispondere concretamente a tutte le domande in cui si fa riferimento ai movimenti contemporanei della Terra, del Sole e della Luna.

Eccone solo alcune:
Come e perché si vede ruotare la volta celeste?
Perché la stella Polare è l’unica che non si muove?
Raffaella fa girare con una mano la sfera celeste tenendo un dito dell'altra mano sulla stella polare e vede che è l'unica stella che non gira
Foto – Raffaella  fa girare con una mano la sfera celeste tenendo un dito dell’altra mano sulla stella polare e vede che è l’unica stella che non gira

Dove si trova l’equatore celeste?
Dove sta l’eclittica?
Come sono situati l’uno rispetto all’altra?
Qual è la forma delle 13 costellazioni dello Zodiaco?
Dove si trova lo Zodiaco? ecc. ecc.

La sfera celeste è stata spiegata da Andrea singolarmente ad ogni partecipante in tre passi diversi e precisamente:
1- la sfera celeste vuota che ognuno poteva ruotare e osservarla entrando con le mani al suo interno.
Stefano osserva la stella polare che sta ferma mentre tutta la volta celeste gira
Foto – Stefano osserva la stella polare che sta ferma mentre tutta la volta celeste gira
Alessandro fa la conoscenza della volta celeste e della stella polare
Foto – Alessandro fa la conoscenza della volta celeste e della stella polare

2 – la sfera celeste con una piccola Terra ruotante (con motorino e batteria interni)
Rossana, Raffaella e Stefano osservano la piccola terra ruotante prima di metterla al centro della sfera celeste
Foto – Rossana, Raffaella e Stefano  osservano la piccola terra ruotante prima di metterla al centro della sfera celeste

per far capire che la sfera celeste “sembra” ruotare ma in effetti il firmamento è… firmus, fermo, è la Terra che ruota, ma in senso contrario.
Raffaella sorride mentre esegue l'esperienza della Terra che ruota al centro della sfera celeste
Foto – Raffaella sorride mentre esegue l’esperienza della Terra che ruota al centro della sfera celeste

3 – la sfera celeste con al centro un grande orizzonte a rappresentare l’orizzonte di ogni persona sulla Terra. Mettendo il Sole e la Luna sull’eclittica abbiamo accennato alla Luna Piena e la Luna Nuova.

A questo punto è arrivata la “dolce” pausa caffè con le prelibatezze di Francesco.
Francesco e Andrea Junior preparano la pausa caffè
Foto – Francesco e Andrea Junior preparano la pausa caffè

Il dopo-caffè è tutto incentrato sulle 13 costellazioni dello Zodiaco.

Tutta l’attenzione va alla 13° che è il Serpentario o Ofiuco.

Viene consegnata a tutti una lista delle 13 costellazioni con i tempi in cui il Sole si trova in queste costellazioni, tutto in Braille.
Amelia porta le stampe in Braille delle 13 costellazioni con le relative date
Foto – Amelia porta le stampe in Braille delle 13 costellazioni con le relative date

Ore 13:00 Pranzo al Break Time e riposo pomeridiano.

Alle ore 17:00 visita a Piana delle Orme, un parco-museo all’aperto che è uno dei più grandi d’Europa nel suo genere.
La storia inizia con la Palude Pontina...
Foto – La storia inizia con la Palude Pontina…
Stefano fa partire i carrelli della miniera
Foto – Stefano fa partire i carrelli della miniera
Tutti in cantina!
Foto – Tutti in cantina!
Il precorso tra i mezzi militari che veramente hanno fatto la guerra
Foto – Il precorso tra i mezzi militari che veramente hanno fatto la guerra
Il Carro armato di La vita è bella
Foto – Il Carro armato di La vita è bella

Ore 21.00 cena presso un locale caratteristico e poi a letto.

Sabato 26 luglio 2014

Come tutti i giorni, le tre accompagnatrici Anna, Patrizia ed Elisa puntuali, all’orario previsto fanno entrare i partecipanti in aula.

Stanno per andare via ma vengono fermate da un mazzo di fiori che tutti – tramite Raffaella –
Applausi di tutti i presenti per questo elegante gesto di Raffaella a nome dei partecipanti
Foto – Applausi di tutti i presenti per questo elegante gesto di Raffaella a nome dei partecipanti

regalano alle tre brave assistenti insieme con una busta a segno di un profondo sentimento di amicizia che si è instaurato fra tutti noi in questi giorni.

Sul tavolo arriva la Luna.
   
Andrea spiega il perché dei mari solo sul versante della Terra e solo crateri sul versante opposto.

Un mappamondo lunare esaminato con calma.

Spiegazioni sui luoghi dei vari allunaggi delle missioni Apollo e russe.
Mentre Ornella passa in rassegna l'oceano ed i Mari della Luna Salvo esamina il funzionamento della manopola che regge il tutto
Foto – Mentre Ornella passa in rassegna  l’oceano ed i Mari della Luna Salvo esamina il funzionamento della manopola che regge il tutto

Intanto Francesco prepara i piattini per la pausa caffè.
Francesco che prepara i piattini per il dolce. Tanti piattini perché il dolce non è solo uno...
Foto – Francesco che prepara i piattini per il dolce. Tanti piattini perché il dolce non è solo uno…

Anche la Luna fa il giro completo fra partecipanti accompagnati dalle spiegazioni di Andrea.
Roberto, assorto, con la Luna fra le mani sogna di camminare, leggero, nel Mare della Serenità
Foto – Roberto, assorto, con la Luna fra le mani sogna di camminare, leggero, nel Mare della Serenità
Anche Rossana resta affascinata dalla Luna, tanti minutissimi crateri, pochissimi mari e neanche una goccia d'acqua
Foto – Anche Rossana resta affascinata dalla Luna, tanti minutissimi crateri, pochissimi mari e neanche una goccia d’acqua 

Durante la pausa caffè di nuovo un gesto inatteso e denso di significati che ci ripagano di ogni sacrificio messo in atto per questo seminario: Raffaella, a nome di tutti i partecipanti consegna ad Andrea
Pausa caffè. Raffaella consegna ad Andrea una busta con una donazione -da parte di tutti- verso la nostra Associazione
Foto – Pausa caffè. Raffaella consegna ad Andrea una busta con una donazione  -da parte di tutti- verso la nostra Associazione

una busta con un pensierino per l’Associazione Pontina di Astronomia a dimostrazione del grande apprezzamento per ciò che è stato realizzato per i non vedenti da questa Associazione.

Il presidente D’Amato ringrazia (foto 5.14) tutti i partecipanti.
Domenico, il presidente, ringrazia per questo piccolo gesto assai denso di significati
Foto – Domenico, il presidente, ringrazia per questo piccolo gesto assai denso di significati

   Si spende l’ultima parte della lezione per consegnare il Girosole da regalare a casa a qualche nipotino o amico vedenti per far conoscere anche a loro le 13 costellazioni dello Zodiaco.
A tutti viene consegnato il Girosole per bambini ed adulti vedenti. E' un modellino delle 13 costellazioni dello Zodiaco con i giorni in cui il Sole transita da una costellazione alla seguente
Foto – A tutti viene consegnato il Girosole per bambini ed adulti  vedenti. E’ un modellino  delle 13 costellazioni dello Zodiaco con i giorni in cui il Sole transita da una costellazione  alla seguente

Segue la sobria cerimonia per la consegna degli attestati scritti con colori e con caratteri Braille.

Quindi foto di gruppo con partecipanti, accompagnatori (mancano Anna,Patrizia ed Elisa ) e tutti gli operatori dell’Associazione pontina di Astronomia che con la loro partecipazione hanno reso possibile questo Seminario, primo fra tutti Daniele Dimauro il quale, coadiuvato dalla sorella Paola, ha prodotto e curato tutte le foto che abbiamo potuto mostrare ed i filmati che, a breve, metteremo a disposizione di quanti li vorranno.
Prima della conclusione una foto di gruppo tutti insieme
Foto – Prima della conclusione una foto di gruppo tutti insieme

Pranzo al Break Time alle ore 13.00.
Francesco stappa lo spumante per il brindisi ed un applauso proprio a tutti
Foto – Francesco stappa lo spumante per il brindisi ed un applauso proprio a tutti
Francesco brinda con Vitaly. Ci uniamo tutti al Cin...cin... Auguri Vitaly....ti vogliamo bene!
Foto – Francesco brinda con Vitaly. Ci uniamo tutti al Cin…cin…   Auguri Vitaly….ti vogliamo bene!

Prima di chiudere questo breve racconto, il nostro pensiero va ai nostri partners che insieme a noi hanno creduto in questa esperienza.

Queste foto eloquenti siano per loro motivo di gioia e di soddisfazione per aver contribuito a dare ai frequentatori del Seminario una opportunità in più per la realizzazione di un sogno che era ritenuto da molti – a torto – un sogno impossibile.

Le 4 stagioni di Roberto Sarchielli

Roberto Sarchielli

 

Roberto Sarchielli è cieco totale da quando aveva 11 anni.

Nativo di Cortona (AR), ha coltivato fin da subito la passione per gli aerei e l’Arma Azzurra: prima collezionando foto ed immagini poi soltanto i modellini.

Non ha mai smesso di documentarsi sui progressi del volo e dei velivoli militari di cui possiede una cultura considerevole.

Qui in un momento della visita effettuata all’aeroporto militare di Latina insieme ai frequentatori del Seminario di Astronomia per ciechi ed ipovedenti (Latina 2014).

L’emozione di indossare il casco da pilota ed il paracadute è stato un momento davvero indimenticabile sia per lui che per gli accompagnatori.
   
Gli stemmi che sfoggia con grande orgoglio sulla maglietta sono quelli del Centro Addestramento Equipaggi e della 46a Brigata Aerea di Pisa.
   
Chissà che un giorno non possa realizzare anche il sogno di fare un volo nel famoso C130?

Modello quattro stagioni
   La Terra con l’asse inclinato sempre nella stessa direzione  e con la giusta inclinazione giustifica la diversa insolazione della Terra e quindi le stagioni  magnificamente rappresentate da questa bellissima creazione  di Roberto Sarchielli.

Un grazie agli Sponsor:

Logo Edil Papa
EdilPapa
www.papacostruzioni.it

Logo Studio dentistico Laureti

STUDIO DENTISTICO LAURETI s.r.l.
Via Polusca, 19 – LATINA

Logo Mauro Acustica ed Ottica

MAURO s.r.l.
Acustica & Ottica
Via Isonzo, 61 – LATINA

Logo azienda Agrilatina

AGRILATINA
Via Litoranea, 8128 (località Fogliano) – Latina

Logo Belectric impianti fotovoltaici

BELECTRIC
Impianti Fotovoltaici
Traversa di Via Codacchio, Sermoneta – Latina

Logo Cantina Ganci

CANTINA GANCI
Via Isonzo Km 5,300 – Latina  

 

 

2013-2014 – ASTRONOMIA PER CIECHI ED IPOVEDENTI – LATINA

SEMINARIO RESIDENZIALE DI ASTRONOMIA PER CIECHI ED IPOVEDENTI

Mappamondo braille

21 – 26 Luglio 2014

Sponsor

Logo EdilpapaEdilPapa
www.papacostruzioni.it

Studio Dentistico Laureti

STUDIO DENTISTICO LAURETI s.r.l.
Via Polusca, 19 – LATINA

Mauro, acustica ed Ottica

MAURO s.r.l.
Acustica & Ottica
Via Isonzo, 61 – LATINA

Logo Agrilatina

AGRILATINA
Via Litoranea, 8128 (località Fogliano) – Latina

Belectric latina

BELECTRIC 
Impianti Fotovoltaici
Traversa di Via Codacchio, Sermoneta – Latina

Logo Cantina Ganci

CANTINA GANCI
Via Isonzo Km 5,300 – Latina

Presentazione

L’Associazione Pontina di Astronomia – Latina–Anzio-Nettuno ed il Comune di Latina – Assessorato alle Pari Opportunità – organizzano un 

SEMINARIO RESIDENZIALE DI ASTRONOMIA PER CIECHI ED IPOVEDENTI

Latina 21 – 26 luglio 2014

Trattasi di un evento unico in Italia ed in Europa grazie al quale i disabili visivi appassionati di astronomia possono conoscere da vicino questa scienza e realizzare un sogno – a torto – ritenuto impossibile. 

Il seminario di astronomia viene svolto da esperti astrofili profondi conoscitori del cielo, in possesso di  notevole esperienza  tiflodidattica maturata in analoghe precedenti esperienze.

Saranno trattati  fenomeni ed argomenti di astronomia ma anche temi di cosmologia, astrofisica ed astronautica.

Sarà impiegata una ricca e speciale strumentazione didattica, originale ed unica nel suo genere, interamente ideata e realizzata dal coordinatore del seminario Andrea Miccoli.  

Ogni argomento sarà illustrato facendo riferimento a questi strumenti didattici che ogni partecipante conoscerà ed osserverà opportunamente guidato da un assistente didatta. 

La settimana di astronomia è stata pensata ed organizzata come una settimana di vacanza e cultura sia per i partecipanti che per i loro accompagnatori.

Ogni giornata viene scandita da una prima parte dedicata al seminario ed una seconda parte dedicata al tempo libero ed alle uscite serali. 

Per ragioni pratiche e funzionali al migliore svolgimento del seminario, il numero dei partecipanti sarà limitato ad otto persone.    

Programma

1° GIORNO – Lunedì 21 luglio 2014

Lunedì 21 luglio

Arrivo dei partecipanti e check-in in hotel 

Ore 20:00 – Cena

Ore 21:00 – Breve riunione

2° GIORNO – Martedì 22 luglio 2014

Ore 09:00 – Breve autopresentazione dei partecipanti ed inizio del seminario: Il Mappamondo Braille e l’orbita della Terra

Ore 10:30 – Pausa caffè 

Ore 10:45 –  L’Universo dal Big Bang alla nascita del sistema solare.

Ore 12:00 – Termine 

Ore 13:00 – Pranzo presso lo stabilimento balneare dell’Aeronautica Militare di Latina.

Ore 18:00 – Visita guidata alla città di Latina.

Ore 20:00 – Cena

Ore 21:00 – Uscita in città.  

3 GIORNO – Mercoledì 23 luglio 2014

Ore 09:00 – Le dimensioni dei  corpi del sistema solare a confronto.

Ore 10:30 – Pausa caffè 

Ore 10:45 – Energia, vita e morte del Sole. 

Ore 12:00 – Termine 

Ore 13:00 – Pranzo 

Ore 18:30 – Visita  all’Aeroporto Militare di Latina 

Ore 20:00 – Cena

4° GIORNO – Giovedì 24 luglio 2014

Ore 09:00 – La Terra ed il Sole insieme nel  Rotogeo.

Ore 10:30 – Pausa caffè 

Ore 10:45 – Le stagioni osservate sull’Eliogiro

Ore 12:00 – Termine

Ore 13:00 – Pranzo 

Ore 18:30 – Visita a Nettuno, sculture in ferro battuto di Mario Righini

Ore 20:00 – Cena

Ore 21:00 – Serata di astronomia sotto le stelle con Andrea Miccoli a Prato di Coppola

5° GIORNO – Venerdì 25 luglio 2014

Ore 09:00 – Conosciamo la sfera celeste, i suoi elementi principali e la  rotazione.

Ore 10:30 – Pausa caffè 

Ore 10:45 – Le 13 costellazioni dello Zodiaco

Ore 12:00 – Termine

Ore 13:00 – Pranzo

Ore 17:30 – Visita  a Piana delle Orme

Ore 20:00 – Cena 

Ore Notte: musica sulla spiaggia

6° GIORNO – Sabato 26 luglio 2014

Ore 09:00 – Osserviamo le due facce della  Luna: perché così diverse? 

Ore 10:30 – Pausa caffè 

Ore 10:45 – Conclusioni, pareri  e suggerimenti dei partecipanti.

Ore 12:00 – Termine lezione, consegna attestati, cerimonia di chiusura, foto di gruppo.

Ore 13:00 – Pranzo. 

Pomeriggio – partenza.

Gli Strumenti Didattici

Il Mappamondo Braille

Mappamondo braille

Uno sguardo alla nostra Terra.

Conoscere in dettaglio come è fatto il mappamondo per conoscere meglio la Terra.

Tutti gli elementi in rilievo e scritte in Braille per fare la conoscenza dei 2 meridiani e dei 5 paralleli della Terra più importanti.

Corpi del Sistema Solare in scala 

Corpi del Sistema Solare in scala

Una mano sul Sole e l’altra sui vari pianeti per comprendere le dimensioni davvero insignificanti di tutti i pianeti del Sistema Solare rispetto al Sole.

Orbita-Braille

Orbita-Braille

Osserviamo qual è lo  “strano”  percorso della Terra intorno al Sole e scopriamo perché tale forma -ellittica- non fu mai accettata da Galileo.

Le differenti distanze fra i Solstizi e gli Equinozi. Afelio e Perielio.

La posizione del Sole decentralizzata.

Come appare l’asse di rotazione della Terra. 

Raggi del Sole in atmosfera 

Raggi del Sole in atmosfera

Ecco come si può percepire la variazione dello spessore dell’atmosfera al variare dell’inclinazione dei raggi solari e comprendere il perché del freddo e del caldo nei vari punti della Terra, alle varie latitudini ed anche nell’ambito della stessa giornata.

Raggi Solari

Raggi Solari Equinozio

Raggi Solari Solstizio d'inverno

Avere nelle mani la Terra ed i raggi del Sole per una immediata e globale visione di come la Terra viene investita  dai raggi solari durante l’anno.

Il Rotogeo 

Rotogeo

Questo strumento riproduce l’intero percorso della Terra intorno al Sole nelle tre dimensioni ed anche con la quarta che è il tempo.

Ogni partecipante accompagna la Terra passo passo lungo la sua l’orbita osservando come ogni stagione dipende dal  fatto che l’asse terrestre non cambia né direzione e né inclinazione durante tutto l’anno. 

Il Piccolo Rotogeo

Il Piccolo Rotogeo                                                                            

Sole e Terra, quasi una miniatura, tutto in due mani per un “colpo d’occhio” in un solo gesto.

Eliogiro

Eliogiro

Dove, come e quando sorge il Sole durante tutto l’anno in ogni punto della Terra (dal Polo Nord al Polo Sud).

Con una mano sull’orizzonte e nell’altra mano il Sole (alto o basso a seconda del periodo dell’anno), ogni partecipante muove il Sole sopra e sotto l’orizzonte ed osserva il momento dell’alba, del mezzogiorno, del tramonto  e della mezzanotte.

Vede come varia  la durata del dì e della notte.

In modo semplice e immediato vede come e perché  ai due Poli  la notte ed il dì durano  sei mesi. 

Semisfera Celeste Ruotante

Semisfera Celeste Rotante

Semisfera Celeste Ruotante

La volta celeste rotante: una sfera di 40 cm di diametro con l’interno tempestato di stelle, le costellazioni più importanti, le 13 costellazioni dello Zodiaco, l’eclittica e l’equatore celeste, tutto riprodotto fedelmente  ed in rilievo.

La parte inferiore è mancante per permettere allo studente di entrare con le braccia.

La sfera celeste sarà inizialmente vuota, poi ci sarà una piccola Terra anch’essa rotante (in senso contrario) e poi un ampio orizzonte con l’osservatore.

Con un dito sulla Stella Polare sarà emozionante vedere e capire perché  la Polare è l’unica stella che in cielo sta ferma mentre tutte le altre girano descrivendo cerchi tanto più grandi quanto più è grande la loro distanza angolare dal Polo Nord Celeste.

La Luna

La Luna

Cosa sono i “mari, laghi, golfi,  l’oceano, ecc. della Luna”?  

Perché stanno solo nell’emisfero che guarda verso la Terra?

Quanto è grande l’Oceano delle Tempeste?

Dove sono atterrati gli astronauti?

La Luna  con tutti i dettagli in rilievo.   

Il Sole e l’ombra della Terra

Il Sole e l’ombra della Terra

Ogni punto della Terra esposta al Sole riceve la luce ed il calore da ogni punto del Sole.  

Nella  parte della Terra che è opposta al Sole c’è il buio in tutto lo spazio occupato dall’ombra della Terra.

Oltre quell’ombra c’è  solo luce (la luce non si vede).

L’ombra della Terra  è lunga  circa 1 milione e mezzo di chilometri.

Ma… che cosa è l’ombra?    

Costi    

Il costo complessivo del  seminario è di € 485.00  per ciascun partecipante.  
 
Grazie al contributo degli sponsor sopraindicati, il costo è stato ridotto a € 400,00 a persona.

Questa somma comprende i servizi di seguito indicati che sono disponibili per tutti i partecipanti in gruppo:

a) – partecipazione attiva a tutte le lezioni pratiche e teoriche del seminario,

b) – sistemazione dei partecipanti nello stesso albergo in camera doppia con prima colazione + ombrellone con due sdraio sulla spiaggia (30 euro supplemento per camera singola),

c) – pranzi e cene che saranno consumati  in posti diversi a seconda della visione degli organizzatori,

d) – ingressi a visite ed escursioni guidate,

e) – trasporto negli spostamenti in gruppo,

f) – servizio di accompagnamento (non personalizzato).

Il non fruire di alcuni di questi servizi non da diritto a rimborsi o sconti.

C’è la possibilità che qualche parente o amico dei partecipanti versando la stessa somma dei non vedenti possa  far parte del gruppo, usufruendo  degli stessi servizi  e partecipando al seminario come osservatore.  

Singoli casi saranno esaminati di volta in volta.

L’albergo prescelto è l’HOTEL TIRRENO, posizionato proprio sulla spiaggia di Latina – www.hoteltirrenolatina.it

Prenotazioni

Il corso, per ovvie ragioni di opportunità didattica può accogliere, al massimo, otto partecipanti.

E’ opportuno, quindi, prenotarsi subito.

La prenotazione va fatta compilando la Domanda di Adesione ed il Questionario allegati (aprire il documento, salvarlo sul computer e compilarlo),

inviare il tutto entro il 15 giugno 2014 a:

Andrea Miccoli:  andmicco@libero.it      cell. 347-5775180

Tra  le domande che perverranno entro il 15 giugno 2014 saranno presi in considerazione i primi 8 nominativi con cui  sarà possibile costituire un gruppo omogeneo per esigenze di uniformità didattica.

Agli 8 interessati saranno comunicate le istruzioni necessarie per confermare l’iscrizione.  

Per informazioni sul progetto: Andrea Miccoli:  andmicco@libero.it  cell. 347-5775180

Per informazioni sull’Associazione Pontina di Astronomia  Latina-Anzio-Nettuno:

Domenico D’Amato: domdamato49@gmail.com cell. 339-8437009

Per informazioni logistiche: Alessandro Fantin: alessandro.fantin@enel.com cell 345-1722028

La Locandina 

Locandina del seminario

Ricordi
Conferenza Stampa del 15 luglio 2014

Ricordi delle lezioni

2012-2013 – RESIDENZIALE PER NON VEDENTI – Latina

Mappamondo Braille

WATCH THE EARTH 

Esperienze precedenti: 

2012 – Corso Residenziale Per Non Vedenti – Latina

2010-2011 Seminario di Astronomia per Non Vedenti – Venezia

2009-2010 Watch the Earth – Latina

PROGETTO  

Corso di  Astronomia per non vedenti ed ipovedenti

WATCH THE EARTH   

Unico nel suo genere in Italia ed in Europa, questo corso è stato ideato e realizzato nella didattica e nella strumentazione scientifica da Andrea Miccoli, ex maggiore dell’Aeronautica Militare, insegnante e radarista con 40 anni di servizio.

Da circa 20 anni insegna, per hobby, l’astronomia in ogni ordine di scuole. Una didattica basata principalmente sull’impiego di speciali strumenti didattici, numerosi ed auto-costruiti, per ogni argomento, per ogni lezione. 

Avendo scoperto, nelle scuole, che la passione per l’astronomia non è appannaggio solo dei vedenti, il passo è stato breve: ha rifatto gli stessi strumenti didattici ma con peculiarità tattili.

Ha ideato un percorso ed una didattica in cui la parola e l’esplorazione tattile, somministrate con la dovuta sensibilità, regalano al non vedente l’esaltante ed intensa emozione della conquista di una parte -molto piccola- di quell’infinito che sembrava così lontano ed irraggiungibile. 

E’ nato così questo corso che abbiamo chiamato “Watch the Earth” perché è innanzitutto l’osservazione ravvicinata e concreta dei fenomeni astronomici che vedono protagonista la Terra nel sistema solare ed al centro della volta celeste.  

Durante lo svolgimento del programma nei vari giorni del corso,  sarà  effettuata una concisa panoramica sulla  storia dell’universo. Parleremo di quando e  come  è nato.  

Parleremo delle stelle:dalla nascita al buco nero e di come fanno a generare tutti gli atomi che esistono.

Parleremo  del Sole: quando e come è nato, come fa a generare tanta energia, quando e come morirà.

Corpi del Sistema Solare in scala

Una mano sul Sole e l’altra sui vari pianeti per comprendere le dimensioni davvero insignificanti di tutti i pianeti del Sistema Solare rispetto al Sole.

Sistema Solare

Il Mappamondo Braille

Mappamondo Braille

Uno sguardo alla nostra Terra

Conoscere in dettaglio come è fatto il mappamondo per conoscere meglio la Terra.

Tutti gli elementi in rilievo e scritte in Braille per fare la conoscenza dei 2 meridiani e dei 5 paralleli della Terra più importanti.

Orbita-Braille

Orbita-Braille

Osserviamo qual è il percorso della Terra intorno al Sole e comprendiamo i “perché” delle stagioni.

Le particolarità di questo percorso: la forma, le dimensioni, i punti dei solstizi e degli equinozi, l’asse di rotazione della Terra, la non-centralità del Sole.

Raggi del Sole in atmosfera

Raggi del Sole in atmosfera

Ecco come si può percepire la variazione dello spessore dell’atmosfera al variare dell’inclinazione dei raggi solari e comprendere il perché del freddo e del caldo nei vari punti della Terra, alle varie latitudini ed anche nell’ambito della stessa giornata.

Raggi Solari

Raggi Solari Solstizio Raggi Solari equinozio

Avere nelle mani la Terra ed i raggi del Sole per una immediata e globale visione di come la Terra viene investita  dai raggi solari durante l’anno.

Il Rotogeo

Rotogeo

Questo strumento riproduce l’intero percorso della Terra intorno al Sole nelle tre dimensioni ed anche con la quarta che è il tempo.

Ogni partecipante accompagna la Terra passo passo lungo la sua l’orbita osservando come ogni stagione dipende dal fatto che l’asse terrestre non cambia né direzione e né inclinazione durante tutto l’anno.

Mini Rotogeo Inverno

Mini Rotogeo

Rotogeo al solstizio d'invernoRotogeo all'equinozio di primavera

Il Sole e  la Terra: tutto nelle mani durante l’orbita, con asse terrestre e raggi solari sempre in primo piano.

Eliogiro

Eliogiro

Dove, come e quando sorge il Sole durante tutto l’anno in ogni punto della Terra (dal Polo Nord all’equatore).

Con una mano sull’orizzonte e nell’altra mano il Sole (alto o basso a seconda del periodo dell’anno), ogni partecipante muove il Sole sopra e sotto l’orizzonte ed osserva il momento dell’alba, del mezzogiorno, del tramonto e della mezzanotte. Vede come varia la durata del dì e della notte.

In modo semplice e chiaro vede come e perché ai due Poli la notte ed il dì durano sei mesi.

Semisfera Celeste Rotante

Sfera Ruotante 02   

 

Ogni partecipante toccherà con una mano la Polare mentre con l’altra farà girare la volta celeste e vedrà che la Polare è l’unica stella che sta ferma mentre tutte le altre stelle le girano intorno descrivendo cerchi tanto più grandi quanto più è grande la loro distanza angolare dal Polo Nord Celeste.

La volta celeste rotante: una sfera di 40 cm di diametro con l’interno tempestato di stelle, le costellazioni più importanti, le 13 costellazioni dello Zodiaco, l’eclittica e l’equatore celeste, tutto riprodotto fedelmente ed in rilievo.

La parte inferiore è mancante per permettere allo studente di entrare con le braccia.

La sfera celeste sarà inizialmente vuota, poi ci sarà una piccola Terra anch’essa rotante ma in senso contrario e poi un ampio orizzonte con l’osservatore.

Con un dito sulla Stella Polare sarà emozionante vedere e capire perché la Polare è l’unica stella che in cielo sta ferma mentre tutte le altre girano descrivendo cerchi tanto più grandi quanto più è grande la loro distanza angolare dal Polo Nord Celeste.

Per eventuali informazioni, curiosità tecniche, didattiche, ecc. circa il corso, il programma, gli argomenti, gli strumenti o altro:

Andrea Miccoli: andmicco@libero.it      cell. 347-5775180 

2011-2012 – CORSO RESIDENZIALE DI ASTRONOMIA PER NON VEDENTI

Mappamondo braille

02-07 Luglio 2012 

WATCH THE WORLD 2012

Centro Diurno per ciechi pluriminorati  

Via Po – Latina

Introduzione

L’Associazione Handy Latina ONLUS e l’Associazione Pontina di Astronomia – Latina–Anzio-Nettuno organizzano un corso nazionale di astronomia per 8 persone non vedenti ed ipovedenti, che si svolgerà presso il Centro Diurno per ciechi pluriminorati  – via Po – Latina dal 2 al 7 luglio 2012. 

Programma

1° giorno – Lunedì 2 luglio

Ore 17:00 – arrivo dei corsisti e check-in in hotel
Ore 20:00 – cena
Ore 21:00 – breve riunione

2° giorno – Martedì 3 luglio

Ore 09:30 – inizio corso, 1° lezione
Ore 10:30 – pausa
Ore 10:45 – ripresa della lezione
Ore 12:00 – fine lezione
Ore 12:30 – pranzo presso lo stabilimento balneare dell’Aeronautica Militare di Latina
Pomeriggio al mare
Ore 19:00 – rientro in Hotel
Ore 20:00 – cena
Ore 21:00 – uscita in città

3° giorno – Mercoledì 4 luglio

Ore 09:30 – corso, 2° lezione
Ore 10:30 – pausa
Ore 10:45 – ripresa della lezione
Ore 12:00 – fine lezione
Ore 12:30 – pranzo
Pomeriggio in piscina
Ore 19:00 – rientro in hotel
Ore 20:00 – cena
Ore 21:00 – uscita in città

4° giorno – Giovedì 5 luglio

Mattinata libera
Ore 13:00 – pranzo
Ore 14:00 – rientro in hotel
Ore 16:00 – giro in moto
ore 20:00 – cena

5° giorno – Venerdì 6 luglio

Ore 09:30 – corso, 3° lezione
Ore 10:30 – pausa
Ore 10:45 – ripresa della lezione
Ore 12:00 – termine lezione
Ore 12:30 – pranzo
Pomeriggio al mare
Ore 17:30 – visita in una “speciale” azienda agricola del territorio.
Ore 19:00 – rientro in hotel
Ore 20:00 – cena

6° giorno – Sabato 7 luglio

Ore 09:30 – corso, 4° lezione
Ore 12:00 – termine lezione, consegna attestati, foto di gruppo.
Ore 12:30- pranzo
Pomeriggio – partenza 

Progetto Astronomia

Lezione 1 – martedì 3 luglio

Mappamondo braille

Il Mappamondo Braille

Uno sguardo alla nostra Terra. Conoscere in dettaglio come è fatto il mappamondo per conoscere meglio la Terra. Tutti gli elementi in rilievo e scritte in Braille per fare la conoscenza dei 2 meridiani e dei 5 paralleli della Terra più importanti.

Orbita braille

Orbita Braille

Osserviamo qual è il percorso della Terra intorno al Sole e comprendiamo i “perché” delle stagioni. Le particolarità di questo percorso: la forma, le dimensioni, i punti dei solstizi e degli equinozi, l’asse di rotazione della Terra sempre parallelo a se stesso, la non-centralità del Sole.

Corpi del Sistema Solare in scala

 Corpi del Sistema Solare in scala

Una mano sul Sole e l’altra sui vari pianeti per comprendere le dimensioni davvero insignificanti di tutti i pianeti del Sistema Solare rispetto al Sole. Parleremo anche del Sole: le sue origini, l’energia, la massa, la temperatura, la sua vita, che è la vita di una stella come tante….

Lezione 2 – mercoledì 4 luglio

Raggio in atmosfera

 Raggio in atmosfera

Questo strumentino serve per percepire la variazione dello spessore dell’atmosfera al variare dell’inclinazione dei raggi solari e comprendere il perché del freddo e del caldo nei vari punti della Terra ed anche nell’ambito della stessa giornata.

Raggi Solari solstizio   Raggi Solari equinozio

 Raggi Solari

Strumento con cui si percepisce la visione immediata e globale di come la Terra viene colpita dai raggi solari nei quattro periodi dell’anno legati alle stagioni.

Il Rotogeo

Questo strumento riproduce l’intero percorso della Terra intorno al Sole nelle tre dimensioni ed anche con la quarta dimensione che è il tempo.

E’ presente il mappamondo già conosciuto, investito dai raggi solari che colpiscono la superficie terrestre con diversa inclinazione.

Ogni partecipante accompagna la Terra passo passo lungo tutta l’orbita osservando come l’asse terrestre si mantiene sempre parallelo a se stesso regalandoci le stagioni.

Lezione 3 – venerdì 6 luglio

Eliogiro

Eliogiro

Dove, come e quando sorge il Sole durante tutto l’anno in ogni punto della Terra (dal Polo Nord all’equatore).

Con una mano sull’orizzonte (che varia secondo la latitudine) e nell’altra mano il Sole (alto o basso a seconda del periodo dell’anno), ogni partecipante muove il Sole intorno all’orizzonte, osserva con calma i momenti relativi all’alba ed al tramonto e può comprendere perché varia, durante l’anno, la durata del dì e della notte e perché ai due Poli si arriva ad avere persino sei mesi di buio e sei mesi di luce. 

Lezione 4 – sabato 7 luglio

Semisfera Celeste Rotante

Semisfera Celeste Rotante

Ogni partecipante toccherà con una mano la Polare mentre con l’altra farà girare la volta celeste e vedrà che la Polare è l’unica stella che sta ferma mentre tutte le altre stelle le girano intorno descrivendo cerchi tanto più grandi quanto più è grande la loro distanza angolare dal Polo Celeste.

In questa semisfera troveranno ancora il Sole mentre compie il suo dovere in cielo ruotando sull’orizzonte del piccolo pupazzetto (l’uomo) al centro dell’orizzonte terrestre.

Al termine del corso cerimonia conclusiva e consegna dell’Attestato di Partecipazione con foto di gruppo.

Per eventuali informazioni, curiosità tecniche, ecc. circa il corso, il programma, gli argomenti, gli strumenti o altro:

Andrea Miccoli: andmicco@libero.it cell. 347-5775180

Prenotazione

Per partecipare al corso, basterà compilare l’allegato modello di adesione, il questionario per l’ammissione ed inviare tutta la documentazione entro il 30 aprile ad uno dei seguenti recapiti:

email:   handylatina@tiscali.it 

fax: 07731642060

posta: Handy Latina- Via Colli Albani, 2 – 04100 – Latina.

Per questo corso verranno prese in considerazione le prime 8 domande ricevute.

La conferma di partecipazione al corso sarà comunicata via e-mail, oppure tramite posta prioritaria entro il 15 maggio 2012.

Per ulteriori informazioni contattare il sig. Alessandro Fantin al numero 3491513945.

– Modello di Adesione (pdf – 183 kb)
– Questionario d’ammissione (pdf – 333 kb)  

Ricordi

Amelia Massironi:  

– Considerare (pdf 28 kb)

– Inganno (pdf 32kb)

2017 – CORSO DI ASTRONOMIA PER CIECHI ED IPOVEDENTI – CUNEO

Locandina

Liceo Scientifico G. Peano

Via Monte Zovetto, 8 – Cuneo

7-8-9 aprile 2017

Il 7-8-9 aprile 2017 l’Associazione Pontina di Astronomia – Latina-Anzio-Nettuno, nell’ambito del progetto UAI Le Stelle Per Tutti,  svolge un Corso di Astronomia per Ciechi ed Ipovedenti presso il Liceo Scientifico G. Peano di Cuneo.

Per informazioni e modalità di partecipazione: http://www.astrofilibisalta.it/?page_id=1038

La Locandina

Locandina

Ricordi

Servizi tg Telegranda ipovedenti a scuola di astronomia

2017 – Ricordi – ASTRONOMIA PER CIECHI ED IPOVEDENTI

Logo Corso

Logo Corso

CORSO RESIDENZIALE DI ASTRONOMIA PER CIECHI ED IPOVEDENTI

Latina 28 agosto – 1 settembre 2017

Ricordi delle Lezioni:

– Giorno 1

– Giorno 2

– Giorno 3

– Giorno 4

– Giorno 5

– Visita all’Aeroporto

– Visita al Museo di Piana delle Orme

2017 – ASTRONOMIA PER CIECHI ED IPOVEDENTI – LATINA

Logo Corso

Logo Corso

CORSO RESIDENZIALE DI ASTRONOMIA PER CIECHI ED IPOVEDENTI

Latina 28 agosto – 1 settembre 2017

Ricordi

Presentazione

Anche quest’anno diamo il via a questo corso che, come ormai sappiamo da parecchi anni, è molto apprezzato dalle persone con disabilità visiva.

Una volta, per avvicinarsi all’Astronomia, si poteva ricorrere solo all’ascolto o alla lettura di testi in Braille, oggi possiamo dire che quell’epoca è terminata grazie a questo corso in cui ogni argomento viene trattato avendo tra le mani strumenti didattici tattili, specifici per l’astronomia ai non vedenti.

Dai più semplici, autodescrittivi, che riproducono alcuni oggetti e corpi celesti in ogni particolare, ai più importanti che permettono la rappresentazione dinamica di alcuni fenomeni astronomici così come si verificano realmente nelle 4 dimensioni.

Sono unici, ideati e realizzati tutti dal coordinatore del corso: il Magg. © Andrea Miccoli vicepresidente dell’Associazione Pontina di Astronomia.

L’esplorazione tattile, guidata, di questi strumenti apre le porte della mente alla conoscenza di fenomeni astronomici che altrimenti sarebbe impossibile apprendere solo con le parole.

Il corso viene svolto da esperti astrofili profondi conoscitori del cielo, in possesso di notevole esperienza tiflodidattica e con la partecipazione di illustri ricercatori professionisti che portano ai partecipanti le conquiste scientifiche più importanti in campo astronomico.

La settimana di astronomia è stata organizzata come una settimana di cultura e di vacanza sia per i partecipanti che per i loro accompagnatori, parenti o amici.

Ogni giornata viene scandita da una prima parte dedicata al corso ed una seconda parte dedicata al tempo libero, alle escursioni ed alle uscite serali.

Per ragioni funzionali al migliore svolgimento del corso, il numero dei partecipanti sarà limitato ad 8 -10 persone.

GLI STRUMENTI, immagini e brevi descrizioni tecniche.

N.1 – Il Mappamondo Braille

Mappamondo Braille

Mappamondi Braille

Mappamondi Braille

Uno sguardo alla Terra per conoscere le linee dei Tropici, dell’Equatore, dei circoli polari, del cambiamento di data, ed altro ancora.

Un mappamondo più grande dove i continenti e le grandi nazioni sono evidenziati da materiali diversi (Africa con lana, Cina con la seta, Brasile con polvere di caffè, altri materiali per Europa, America, Australia, ecc. ==========================================================================

N.2 – Orbita-Braille

Orbita Braille

Orbita Braille

Ecco la rappresentazione del percorso (cioè l’orbita) della Terra intorno al Sole.

Tale forma ellittica non fu mai accettata da Galileo e mai conosciuta da Copernico.

Le differenti distanze fra i Solstizi e gli Equinozi. Afelio e Perielio. La posizione del Sole decentralizzata. Come appare l’asse di rotazione della Terra. ==========================================================================

N.3 – Dimensioni dei corpi del Sistema Solare in scala

Dimensione Pianeti

Dimensione Pianeti

Una mano sul Sole e l’altra sui tutti i pianeti uno alla volta per comprendere le dimensioni davvero insignificanti di tutti i pianeti del Sistema Solare rispetto al Sole.

N.4 – Distanze in scala del Sistema Solare

Distanza Pianeti

Tutti i pianeti del sistema solare rappresentati alla giusta distanza tra loro e dal Sole su una fune lunga 4,5 metri, dove ogni centimetro rappresenta nella realtà 10 milioni di km.

Le dimensioni dei pianeti e del Sole NON sono in scala perché già rappresentati in scala nei due pannelli precedenti. ==========================================================================

N.5 – Raggi del Sole in atmosfera

Raggi del Sole nell'Atmosfera

Raggi del Sole nell'Atmosfera

Ecco come si può vedere la variazione dello spessore dell’atmosfera che dev’essere attraversata dai raggi del Sole al variare dell’altezza del Sole sull’orizzonte. =========================================================================

N.6 – Raggi Solari paralleli

Raggi Solari paralleli

Raggi Solari paralleli

Avere nelle mani la Terra ed i raggi del Sole per una immediata e globale visione di come la Terra viene investita dai raggi solari durante tutto l’anno. =========================================================================

N.7 – Il Rotogeo grande

 Rotogeo grande

Questo strumento riproduce l’intero percorso della Terra intorno al Sole nelle tre dimensioni ed anche con la quarta che è il tempo.

Il tutto avviene fra le mani del partecipante che accompagna la Terra passo passo lungo tutta l’orbita osservando come ogni stagione dipende dal fatto che l’asse terrestre cambia continuamente direzione rispetto al Sole ma non cambia direzione né inclinazione rispetto alla Stella Polare durante tutto l’anno. Durante gli anni.

==========================================================================

N.8 – Il Rotogeo piccolo

Rotogeo piccolo

Sole e Terra, quasi una miniatura, tutto in due mani per un “colpo d’occhio” in un solo gesto. Per una comprensione più facile ed immediata.

==========================================================================

N.9 – Eliogiro (Orizzonte variabile)

Eliogiro (Orizzonte variabile)

Il tuo orizzonte nelle tue mani! E quel pupazzetto che sta al centro sei tu.

Con questo strumento si può rappresentare l’orizzonte di qualunque luogo della Terra.

Puoi vedere come varia il punto dove nasce e dove tramonta il sole durante tutte le stagioni, durante tutte le ore del giorno, a qualunque latitudine, fino al polo nord.

Puoi vedere come e perché si allungano e si accorciano le giornate.

Puoi vedere e capire perché in estate verso nord trovi giornate lunghe e notti brevi, mentre verso sud trovi giornate brevi e notti lunghe.

Vedi anche che in inverno è il contrario.

E vedi che in estate il sole sale molto in alto nel cielo mentre in inverno sale pochissimo o, addirittura, per niente.

Mettendo il sole nella posizione “estate” e mettendo il pupazzetto (cioè tu) al polo nord, sarai sorpresa e felice di capire con estrema chiarezza e facilità perché il giorno dura sei mesi e, di conseguenza, anche la notte dura sei mesi. ==========================================================================

N.10 – I fusi orari e la linea del cambiamento di data

I fusi orari e la linea del cambiamento di data

I fusi orari e la linea del cambiamento di data

I 24 fusi orari della Terra in rilievo (come un’arancia di 30 cm con 24 spicchi).

La Terra con i continenti in rilievo identificabili -anche qui- con materiali differenti.

Diversi da tutti gli altri meridiani sono il meridiano di Greenwich e la linea del cambiamento di data.

I raggi solari sono in rilievo e presenti solo nella parte illuminata dal Sole, sono assenti nell’ombra della Terra. =========================================================================

N.11 – Sfera Celeste Ruotante

Sfera Celeste Ruotante

Sfera Celeste Ruotante

Sfera Celeste Ruotante

Una robusta sfera di plastica trasparente di 40 cm di diametro che ruota lentamente.

La parte inferiore della sfera è mancante per permettere alla persona non vedente di poter entrare con le mani ed osservare come ruota il cielo.

L’interno è tutto tempestato di stelle, le costellazioni più importanti, le 13 costellazioni dello Zodiaco, l’eclittica e l’equatore celeste, tutto riprodotto fedelmente ed in rilievo ed anche con colori differenti per gli ipovedenti ed i vedenti.

E’ l’unico strumento che permette proprio a tutti, di capire immediatamente e con facilità perché la Stella Polare è l’unica stella del cielo che non si muove mentre tutte le altre le girano intorno.

La sfera celeste sarà osservata inizialmente solo con le stelle che ruotano, poi nel centro ci sarà la Terra piccolina che ruota in senso contrario e poi, tolta la Terra, sarà messo un ampio orizzonte con i punti cardinali per vedere come sorge e tramonta tutto il cielo sul nostro orizzonte, di giorno e di notte. ==========================================================================

N.12 – Le costellazioni

Le costellazioni

Che cosa è una costellazione? Che cosa è lo Zodiaco? Perché le costellazioni dello Zodiaco sono 13?

Qual è la tredicesima? Da quando? Qual è la differenza fra segni e costellazioni? Perché?

Tutte e 13 le costellazioni dello Zodiaco insieme alle più importanti costellazioni del cielo, riprodotte in rilievo e colorate, su tavolette formato A4.

Il Grande e Piccolo Carro che ruotano intorno alla Polare; Il grande cacciatore Orione con i suoi cani nella canicola; Cassiopea circumpolare che ruota intorno al Polo.

==========================================================================

N. 13 – Cassiopea in 3 dimensioni

Cassiopea in 3 dimensioni

Ecco a voi una costellazione presentata nelle sue 3 dimensioni, cioè: 1- La forma come la vediamo dalla Terra 2- La forma come si potrebbe vedere di lato 3- La forma come si potrebbe vedere dall’alto della Galassia (o dal basso).

In questo modello, tutte le stelle hanno luce propria (con un led all’interno), per gli ipovedenti. ==========================================================================

N.14 – La Luna

La Luna

Cosa sono i “mari, i laghi, i golfi, l’oceano, ecc. della Luna”?

Perché stanno solo nell’emisfero che guarda verso la Terra?

Quanto è grande l’Oceano delle Tempeste?

Dove sono avvenuti gli “allunaggi” degli astronauti?

La Luna da osservare con tutti i dettagli in rilievo e alcune scritte in braille. ==========================================================================

N. 15 – Eclissi di Sole e di Luna

Eclissi di Sole e di Luna

Eclissi di Sole e di Luna

Spiegazioni dell’Eclissi di sole del 21 agosto 2017 negli USA

==========================================================================

N. 16 – Il Sole e l’ombra della Terra

Il Sole e l’ombra della Terra

In ogni istante, metà della Terra è illuminata dal Sole.

Nella parte opposta al Sole c’è l’ombra della Terra.

Nell’ombra della terra c’è il buio, solo lì.

Il Sole, i raggi del Sole, la Terra, l’ombra della Terra: tutto nelle proprie mani.

Nella realtà l’ombra della Terra è lunga circa 1 milione e mezzo di km ed i raggi del Sole 150 milioni di km. ==========================================================================

N. 17 – Evoluzione stellare

Evoluzione stellare

Evoluzione stellare

La nascita degli elementi. Tutte le stelle del cielo consumano il loro carburante (idrogeno) e lo trasformano creando tutti gli atomi che esistono nell’universo e che conosciamo.

Per fare ciò, la costituzione interna di una stella ha le sembianze di una cipolla a strati concentrici.

Ogni strato, un elemento.

Ecco il modello, alquanto semplificato, di una stella in… produzione!

PROGRAMMA

I numeri tra parentesi identificano gli strumenti impiegati.

Domenica 27 Agosto 2017 Arrivo dei partecipanti nel pomeriggio.

Check-in in hotel

Ore 20.00 – Cena

Ore 21.00 – Breve incontro con gli operatori.

1° GIORNO – Lunedì 28 Agosto 2017

Ore 09.00 – Saluti e presentazioni.

Ore 09.15 – 10.30 Il Mappamondo Braille (N.1) e l’Orbita della Terra Braille (N.2).

Ore 10.30 – 10.45 Pausa caffè

Ore 10.45 – 12.00 Dalle galassie al Sistema Solare. Dimensioni (N.3) e distanze in scala (N.4).

Ore 13.00 – Pranzo

Ore 20.00 – Cena

Ore 21.00 Visita in città con guida turistica.

2° GIORNO – Martedì 29 Agosto 2017

Ore 09.00 – 10.30 Le stagioni osservate con il Rotogeo Grande (N.7) e piccolo (N.8). I raggi del Sole nell’atmosfera (N.5 – N.6).

Ore 10.30 – 10.45 Pausa caffè

Ore 10.45 – 12.00 Osserviamo il Sole sul nostro orizzonte (N.9): in qualunque giorno, ora, stagione, latitudine.

Ore 13.00 – Pranzo presso la Mensa dell’Aeroporto Militare di Latina e visita Aeroporto.

Ore 20.00 – Cena

3 GIORNO – Mercoledì 30 Agosto 2017

Ore 09.00 – 09.40 I fusi orari e la linea del cambiamento di data (N.10).

Ore 09.40 -10.30 La Sfera Celeste (N.11).

Ore 10.30 – 10.45: Pausa caffè

Ore 10.45 – 12.00: “Le voci dello spazio”

Ore 13.00 – Pranzo Pomeriggio libero.

Ore 20.00 – Cena.

4° GIORNO – Giovedì 31 Agosto 2017

Ore 09.00 – 10.30 La Luna (N.14), le eclissi(15/16), il moto sincrono.

Ore 10.30 – 10.45 Pausa caffè

Ore 10.45 – 12.00 Le 13 costellazioni dello Zodiaco (N.12). Cassiopea in 3D (N.13).

Ore 13.00 – Pranzo

Ore 20.00 – Cena all’aperto presso l’Agriturismo “Prato di Coppola

Ore 21.00 – Serata di astronomia sotto le stelle .

5° GIORNO – Venerdì 1 Settembre 2017

Ore 09.00 – 10.30 Evoluzione stellare e nascita degli elementi (N.17).

Ore 10.30 – 10.45 Pausa caffè

Ore 10.45 – 12.00 Conferenza di chiusura. Argomento da definire.

Ore 12.00 – Cerimonia di chiusura del corso e consegna degli attestati. Foto di gruppo.

Ore 13.00 – Pranzo.

Pomeriggio: saluti e partenze.

COSTI DI PARTECIPAZIONE AL CORSO

La quota di partecipazione al corso è di € 485.00.

Questa somma comprende i servizi di seguito indicati che sono disponibili per tutti i partecipanti in gruppo, nei 5 giorni del corso.

a) – partecipazione attiva a tutte le lezioni pratiche e teoriche del corso,

b) – sistemazione dei partecipanti nello stesso albergo in camera doppia con prima colazione+ombrellone con due sdraio sulla spiaggia. Supplemento per camera singola: 30 euro. L’albergo è situato su due piani. Le camere assegnate ai partecipanti sono tutte al primo piano, senza ascensore.

c) – i pranzi e le cene ovunque vengano consumati, secondo il programmi della giornata.

d) – trasporto negli spostamenti, inclusi l’arrivo e la partenza dalla stazione ferroviaria di Latina.

e) – servizio di accompagnamento in gruppo.

f) – ingressi a visite ed escursioni guidate.

Il non fruire di alcuni di questi servizi non dà diritto a rimborsi o sconti.

Gli accompagnatori / parenti / amici possono far parte del gruppo ed usufruire degli stessi servizi logistici versando la stessa quota dei frequentatori.

Possono partecipare a tutte le lezioni del corso come uditori silenziosi.

L’albergo prescelto è l’HOTEL TIRRENO che si trova proprio sulla spiaggia di Latina. Telefono: 07753273402 www.hoteltirrenolatina.it

PRENOTAZIONI

Il corso, come già detto in apertura, per ovvie ragioni di opportunità didattica può accogliere, al massimo, otto partecipanti.

E’ opportuno, quindi, prenotarsi il prima possibile compilando ed inviando, con una mail,

La prenotazione va fatta compilando la Domanda di Adesione ed il Questionario allegati (click su Domanda …, salvarlo sul computer e compilarlo), che devono essere inviati una mail ad

Andrea Miccoli andmicco@libero.it cell. 347-5775180

al quale potete rivolgervi per chiarimenti circa la compilazione dei due fogli oppure per dettare i vostri dati per via telefonica e poi firmare i fogli all’arrivo a Latina.

Il termine di scadenza per l’invio della domanda di adesione è fissato al 15 luglio 2017.

Dopo tale data, agli 8 partecipanti saranno comunicate le istruzioni necessarie per inviare l’anticipo e confermare l’iscrizione.

Per informazioni riguardanti il programma di astronomia e la didattica del corso chiedere a: Andrea Miccoli, andmicco@libero.it cell. 347-5775180

Per informazioni sulle modalità di pagamento, fatturazione ecc. Amelia La Duca, amelia@chevuoi.it Cell. 3351562051 Per la sistemazione alberghiera, accompagnamento, spostamenti, escursioni, pasti, ecc. Alessandro Fantin, a.fantin@fastwebnet.it Cell.3451722028 Alessandro contatterà in anticipo, telefonicamente, i partecipanti per conoscere i desiderata dei singoli ed assicurare a ciascuno la migliore sistemazione possibile.